Fake news. Prix Italia: Viganò (Radio Vaticana), la radio per arginare le bufale

Mons Vigano radio vaticana - Fake news. Prix Italia: Viganò (Radio Vaticana), la radio per arginare le bufale

“La radio svolge un ruolo importante nel contrasto delle fake news”.
Così mons. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, nell’ambito del convegno intitolato ‘Il giornalismo al tempo delle Fake News. La frontiera della radio’, tenutosi nella mattinata a Milano in occasione del Prix Italia.
Secondo Viganò la Radio è uno strumento che dispone di una forte “agilità produttiva” che gli consente “una straordinaria immediatezza narrativa” tenuto conto che “basta un microfono o un telefono per andare in onda”. Una conformazione che permette con tempestività di “aggiornare, approfondire e rettificare le notizie, sulla base diuna consistente credibilità da parte di giovani, ed è costantemente apprezzata dal mercato pubblicitario”.
Un medium utile per frenare il fenomeno delle fake news nel digital, per cui è indispensabile recuperare i rudimenti della professione giornalistica, mettendo  “al centro la verifica delle fonti”, considerato che “solo i giornalisti sono in grado di agire su questo versante”, posto che intervenire sugli “algoritmi non basta”. Fake News 300x197 - Fake news. Prix Italia: Viganò (Radio Vaticana), la radio per arginare le bufaleA patto che anche gli utenti cambiano la loro relazione con i social: “si tratta di recuperare il senso critico evitando di cliccare e di condividere qualsiasi contenuto senza averlo letto con attenzione”.
Quanto al livello qualitativo della radio italiana, secondo Viganò si ha a che fare con una “consolidata autorevolezza” maturata sia sul fronte pubblico sia su quello privato. Relativamente a quella pontificia invece, i giornalisti di Radio Vaticana sono da sempre   abituati ad uno scrupoloso controllo delle notizie”,  circostanza che “agevola uno standard qualitativo elevato che oggi è richiesto a qualsiasi team editoriale”, nell’intento di “proiettare questo approccio nell’ambito della riforma dei media voluta da Papa Francesco declinandolo all’interno dei nuovi modelli di produzione multimediali in corso di implementazione”. (E.G. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Fake news. Prix Italia: Viganò (Radio Vaticana), la radio per arginare le bufale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL