Fiorello: sciopero della risata, a sostegno dei giornalisti

Ringraziamenti per il noto showman da parte dei vertici della Fnsi


In concomitanza con la seconda giornata consecutiva di sciopero indetta dalla Fnsi, contro l’oramai proverbiale muro contro muro messo in atto dagli editori, c’è stata una brillante, curiosa e solidale iniziative nel programma “Viva radio2”, condotto da Fiorello, in compagnia della “spalla”, Marco Baldini. Già ieri lo aveva annunciato ed oggi, come previsto, la trasmissione è andata in onda senza ospiti, senza imitazioni e senza gag, in pratica senza far ridere. Certo, i due conduttori oggi erano regolarmente in studio a condurre, ma con un tono diverso, più sommesso, inusuale per la coppia, da sempre abituata a far ridere i radioascoltatori. Questo “sciopero della risata” è perfettamente riuscito, rendendo il programma pomeridiano meno interessante e, addirittura, quasi noioso (con dei “passaggi” musicali un po’ anni ottanta, non propriamente il massimo dell’interesse), così com’era nelle intenzioni di autori e conduttori. Sono prontamente giunte le congratulazioni ed i ringraziamenti della Fnsi, per bocca di Franco Siddi, presidente della federazione, secondo cui “la scelta di Fiorello assume un valore diretto e speciale nei processi di conoscenza dei problemi di una vertenza che riguarda la qualità e la libertà dell’informazione, nonché le condizioni di lavoro dei giornalisti”. Plauso, perciò, per Fiorello ed il suo entourage, le cui doti morali, evidentemente, vanno di pari passo con l’immenso talento comico. (G.C. per NL)

printfriendly pdf button - Fiorello: sciopero della risata, a sostegno dei giornalisti