Giornalisti. L’Ordine del Lazio ha censurato il responsabile della struttura Comunicazione e Relazioni Esterne dell’Inps Nazionale

Censurato il comportamento per mancata solidarietà nei confronti dei colleghi giornalisti


Il Comitato di redazione della Direzione generale dell’Inps rende noto che, a seguito di una denuncia dallo stesso presentata all’Ordine dei Giornalisti di Roma e del Lazio, il competente Organo ha censurato il comportamento del Responsabile della struttura Comunicazione e Relazioni esterne dell’Istituto ai sensi dell’art. 2 della legge professionale, per mancata solidarietà nei confronti dei colleghi giornalisti, il cui testo di seguito si riporta:

ART. 2 – Diritti e doveri
È’ diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà d’informazione e di critica, limitata dall’osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede.
Devono essere rettificate le notizie che risultino inesatte, e riparati gli eventuali errori.
Giornalisti e editori sono tenuti a rispettare il segreto professionale sulla fonte delle notizie, quando ciò sia richiesto dal carattere fiduciario di esse, e a promuovere lo spirito di collaborazione tra colleghi, la cooperazione fra giornalisti e editori, e la fiducia tra la stampa e i lettori.

Il Comito di redazione della D.G. dell’Inps

printfriendly pdf button - Giornalisti. L'Ordine del Lazio ha censurato il responsabile della struttura Comunicazione e Relazioni Esterne dell'Inps Nazionale