Giornalisti. Ordine: grave aggressione a Giulio Delfino a partita Lazio-Napoli. Solidarietà al radiocronista della RAI. Regolamentare tribune stampa

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti denuncia la «grave aggressione» subita dal collega della Rai Giulio Delfino durante la radiocronaca di Lazio-Napoli di sabato scorso.

Una persona senza titolo ha avuto accesso in tribuna stampa allo stadio Olimpico e ha afferrato il microfono di Delfino urlando in diretta insulti ingiustificabili. «L’Ordine dei Giornalisti – ha detto Guido D’Ubaldo, coordinatore del Gruppo di Giornalismo sportivo – stigmatizza il comportamento dell’ufficio stampa della Lazio, che non ha vigilato sull’accesso alla tribuna stampa, all’interno della quale gli steward non sono intervenuti per allontanare l’aggressore. È evidente che l’accesso nelle tribune stampa deve essere regolamentato in maniera più rigorosa e diversa da quella attuale». Per questo motivo il Consiglio nazionale dell’Ordine sollecita nuovamente le Leghe di serie A e di serie B a stipulare l’accordo per la regolamentazione dell’accesso nelle tribune, come è già avvenuto con la Lega Pro. Sui campi di quei campionati la situazione all’interno delle tribune stampa è nettamente migliorata. Al collega Giulio Delfino va la solidarietà del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. (ANSA)
 
 
 
printfriendly pdf button - Giornalisti. Ordine: grave aggressione a Giulio Delfino a partita Lazio-Napoli. Solidarietà al radiocronista della RAI. Regolamentare tribune stampa