Giro di poltrone: Giordano a “Il Giornale”, Mulè a “Studio Aperto”

Dopo la nomina di Belpietro a direttore di “Panorama”, l’ex direttore del tg di Italia1 sbarca alla direzione della testata milanese della famiglia Berlusconi. Più gossip e meno cronaca?


Giro di poltrone all’interno di quell’ala del comparto editoriale italiano che fa capo alla famiglia Berlusconi. L’11 ottobre vi sarà l’ufficializzazione delle nuove posizioni dirigenziali, ma lo scenario pare, oramai, già tracciato: dopo la nomina di Maurizio Belpietro, ex direttore de “Il Giornale”, alla direzione di “Panorama”, arriva il nome del suo sostituto: si tratta di Mario Giordano (foto), già alla guida di “Studio Aperto”.
Giordano, 41 anni, ha iniziato la propria carriera giornalistica nelle file del settimanale clericale “Nostro Tempo”, per poi passare a “Informazione”, a “Il Giornale” ai tempi di Vittorio Feltri, prima del balzo in tv: prima “Pinocchio” con Gad Lerner, una breve parentesi al Tg1, salvo tornare a “Il Giornale”. Dal 2000 è il direttore di “Studio Aperto”, telegiornale di Italia1 inaugurato da Emilio Fede prima del suo passaggio a Rete4, dove ha portato una ventata di informazione “soft”, “gossippara”, facendo guadagnare alla sua creatura l’appellativo di tg-entertainment. Dall’11 ottobre, quindi, Giordano assumerà la guida del quotidiano milanese “Il Giornale” dove, dopo gli anni dei titoloni polemici e dei continui ed estenuanti attacchi alla sinistra dell’era-Belpietro, potrebbe portare un po’ di leggerezza.
Al suo posto, al timone di “Studio Aperto”, subentrerà Giorgio Mulè, trentanovenne enfant prodige della sfera informativa facente capo a Berlusconi, già direttore di “Videonews”, testata giornalistica trasversale alle reti Mediaset, produttrice, tra l’altro, di programmi d’intrattenimento come “Verissimo”. Mulè, che ha mosso i primi passi al “Giornale di Sicilia”, è già stato, giovanissimo, collaboratore di Montanelli a “Il Giornale” ed inviato per “Panorama”, prima di traslocare a Mediaset. Ora assumerà la direzione del secondo telegiornale del Biscione, cosa che lascia ben sperare nella fine dell’era-entertainment.
La sedia lasciata vuota da Mulè a “Videonews” sarà occupata, invece, da Claudio Brachino, già vice di Giordano a “Studio Aperto” e volto storico dei tg Mediaset degli anni novanta. Brachino, quarantotto anni, è stato a lungo corrispondente del Tg4 prima di trasferirsi nella neonata redazione del tg di Italia1.
Insomma, l’investitura di Belpietro a salvatore di “Panorama” ha provocato un effetto domino che ha visto avvicendarsi molti direttori, con conseguente mutazione delle strategie editoriali di molte redazioni. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Giro di poltrone: Giordano a “Il Giornale”, Mulè a “Studio Aperto”

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL