Google avrà uno sfidante?

Arriva Search Wikia, il progetto che trasformerà la ricerca del web attraverso partecipazione, trasparenza, qualità e privacy


Nasce oggi Search Wikia (alpha.search.wikia.com), il nuovo motore di ricerca che si prepara a sfidare Google proponendo una valida alternativa. Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, ci tiene a sottolineare come il progetto non sia direttamente connesso alla nota enciclopedia partecipativa, se non per filosofia. L’intenzione è infatti quella di modificare le modalità di ricerca degli utenti agendo in particolare sulla partecipazione degli stessi (il motore sarà open source), sulla qualità (chiunque potrà contribuire al perfezionamento dei risultati – ranking – di ogni ricerca), sulla trasparenza (gli algoritmi utilizzati saranno pubblici) e sulla privacy (nessun dato relativo ai navigatori sarà archiviato o trasmesso). Ed è proprio quest’ultimo dettaglio a costituire l’essenza della sfida lanciata alla società di Mountain Wiev: da sempre la privacy sembra essere il tallone d’Achille di Google, la cui gestione è considerata illecita da molti a causa dell’archiviazione permanente di dati sugli utenti e della conseguente diffusione (problema la cui eco aumentò dopo la diffusione di Gmail, ndr). L’ideatore del sito Search Engine Land (“il mondo dei motori di ricerca”; searchengineland.com), Danny Sullivan, ha suggerito che il progetto Search Wikia, non solo potrebbe avere poche chance, ma potrebbe essere considerato una follia, proprio a causa della quantità relativamente microscopica di pagine indicizzabili a breve sul nuovo motore (circa 100 milioni). A quanto pare solo Google ha scelto di considerare seriamente il problema e si prepara a qualunque evenienza, ben consapevole delle potenzialità di Wikipedia, contro il quale Larry Page e Sergej Brin avrebbero progettato Knol, una “knowledge” – conoscenza – alternativa ancora lontana dal successo auspicato. Il progetto di Wales mantiene comunque un ottimo layout, ottima grafica (il logo è una sorridente nuvoletta) e parecchia intuitività, come già succede per Google, aspetti però decisamente ancora insufficienti per contrastare il Golia delle ricerche della rete. (Marco Menoncello per NL)

Send Mail 2a1 - Google avrà uno sfidante?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL