In Gran Bretagna torna di moda la radio

In netta ripresa le radio commerciali, dopo anni di crisi. Grazie anche ad un nuovo strumento per gestire l’advertising


Son finiti i tempi cupi, nel Regno Unito, per le radio commerciali. Il trend negativo durava oramai da alcuni anni, con una raccolta pubblicitaria sempre più contenuta, fagocitata in maniera impressionante dal web. Nel primo trimestre del 2007, però, c’è stata l’inversione di tendenza: ricavi cresciuti del 3,4% e un po’ di respiro per gli editori. 85 milioni di sterline di raccolta per le emittenti nazionali (circa 124 milioni di euro) e 40 milioni di sterline per le radio locali (circa 58 milioni di euro), risultati che il Radio advertising bureau, l’ente che si occupa del controllo della pubblicità via etere in Gran Bretagna, ha segnalato come fortemente incoraggianti. Lo stesso ente, inoltre, sta preparando la messa a punto di una strumentazione specifica con il fine di monitorare la pubblicità che passa nell’etere per far sì che gli investitori conoscano con precisione il valore degli spazi commerciali da acquistare. Questo strumento, se dovesse funzionare come ci si aspetta, contribuirebbe a risollevare ulteriormente un settore che, dato per spacciato un paio d’anni fa per via dello strapotere della rete, sta riprendendosi in modo sorprendente, a confermare che la radio ha sette vite. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - In Gran Bretagna torna di moda la radio

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL