Inchiesta Trani: Foschini e Viviano (giornalisti di Repubblica) indagati (il primo) per ricettazione, (il secondo) per furto pluriaggravato e pubblicazione arbitraria di atti segreti

Sono indagati per furto pluriaggravato, ricettazione e pubblicazione di notizie coperte dal segreto istruttorio i due giornalisti del quotidiano La Repubblica ascoltati ieri dalla Digos a Bari.

Lo ha confermato il procuratore di Trani, Carlo Maria Capristo, che non ha nascosto la propria amarezza perché sono stati violati i principi fondamentali di deontologia del giornalismo. Infatti, sono state trafugate delle carte in una stanza del palazzo di giustizia. “Non darò tregua alle talpe che hanno suscitato questo scandalo mediatico – promette il procuratore – non solo nell’interesse della magistratura ma anche nell’interesse dei tanti giornalisti che fanno il loro lavoro onestamente”. Capristo ricorda che la pubblicazione di alcuni atti dell’inchiesta ha impedito di fatto la lettura di tutto il fascicolo in tempi brevi. E, soprattutto, nell’occhio del ciclone mediatico era molto complicato “valutare in maniera ponderata” tutti gli atti. (AGI)
printfriendly pdf button - Inchiesta Trani: Foschini e Viviano (giornalisti di Repubblica) indagati (il primo) per ricettazione, (il secondo) per furto  pluriaggravato e pubblicazione arbitraria di atti segreti
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Inchiesta Trani: Foschini e Viviano (giornalisti di Repubblica) indagati (il primo) per ricettazione, (il secondo) per furto  pluriaggravato e pubblicazione arbitraria di atti segreti

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL