Iva – Imposta sul valore aggiunto – Violazioni in materia di fatturazioni

Non è dovuta alcuna imposta dal committente o cessionario che non ha messo in regola gli acquisti con fattura irregolare o senza averla mai ricevuta.

Questa regola vale anche per le violazioni commesse fino al 31 marzo 1998, in applicazione del principio del favor rei. A far data dal 1° aprile 1998, l’articolo 6, comma 8, del Dlgs 471/1997 ha infatti introdotto una nuova disciplina delle sanzioni per omessa regolarizzazione della fattura, eliminando tra l’altro il recupero dell’imposta nei riguardi del cessionario o committente.
 
 
 
 
printfriendly pdf button - Iva - Imposta sul valore aggiunto  - Violazioni in materia di fatturazioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Iva - Imposta sul valore aggiunto  - Violazioni in materia di fatturazioni

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL