La Rai arricchisce l’offerta del palinsesto autunnale

La strategia per la prossima stagione: più canali digitali, novità come Rai4 e RaiSportPiù. Inoltre più informazione da tutte le reti, grandi prime tv e novità


La Rai, per la prossima stagione, arricchisce la propria offerta digitale con il lancio di nuovi canali digitali terrestri. Nasceranno Rai4 e RaiSportPiù e sarà rinnovata tutta l’offerta web di RaiNet. E’ ciò che ha dichiarato il direttore generale Claudio Cappon a Saint Moritz, insieme ai direttori di rete e al management Sipra, per la presentazione del palinsesto autunnale. “Per la prima volta dopo anni siamo riusciti a definire un piano editoriale diverso, mettendo a punto canali come Rai4, su cui Carlo Freccero ha lavorato molto e lanciandoci in sperimentazioni, come le partite di calcio in alta definizione. Tra poco Sardegna e Valle d’Aosta attueranno lo switch off e quindi investire sul ddt è una necessità. I nostri progetti incontrano delle difficoltà come è normale che sia in un’azienda antica e restia al cambiamento quale la Rai”. E le novità non mancano. L’informazione avrà uno spazio più ampio con una prima serata curata dal Tg1. Il Tg3 avrà mezz’ora di informazione locale, Morning News e Night line; in più la rete avrà una seconda serata di approfondimento affidata dal martedì al venerdì, a Serena Dandini e al suo programma Parla con me. Il 21 ottobre vedrà il ritorno sullo schermo di Raffaella Carrà con Carramba che fortuna, abbinato alla Lotteria Italia e per finire sono previste quattro serate con Gigi d’Alessio e Anna Tatangelo. Per quanto riguarda le conduzioni nei vari salotti pomeridiani e mattutini, ci sono cambiamenti: Lamberto Sposini condurrà La vita in diretta, mentre Michele Cocuzza sarà nel programma Uno mattina. Immancabili le fiction e le miniserie, molto importanti per la produzione Rai dato che in totale vale 1,5 miliardi di euro, e in programma anche undici prime tv con film come Babel, Le vite degli altri e il Velo dipinto. La concessionaria Rai Sipra nel 2007 ha raccolto profitti pari a 1,4 milioni di euro e, in proposito, l’a.d. Mauruzio Braccialarghe ha affermato: “La nuova impostazione del palinsesto pone le basi per un cambiamento positivo. Nei primi sei mesi dell’anno abbiamo raggiunto l’obiettivo del +1% con una performance particolarmente positiva della radio a + 1,4% e 70 nuovi clienti, grazie alla struttura di vendita dedicata che abbiamo creato dopo la riorganizzazione dei mesi scorsi. La volontà di riqualificare l’offerta anche sul canale internet, inoltre, favorirà la crescita della raccolta su web, che oggi viaggia a +10%”. Gli obiettivi di ascolto per il prossimo anno sono di natura ottimista. Secondo quanto dichiarato da Giancarlo Leone, vicedirettore generale Rai con delega al prodotto, si raggiungerà un 44% di share nel prime time “con Rai Uno al 22,5%, Rai Due all’11,5% e Rai Tre attorno al 10%”.Secondo Cappon la Rai si trova in linea con i propri buoni propositi: “Nel 2007 abbiamo chiuso il bilancio sostanzialmente in pareggio e anche nel 2008, anno più difficile in quanto pari e meno ricco di eventi speciali, riusciremo a fare anche meglio”. (Sara Fabiani per NL)

printfriendly pdf button - La Rai arricchisce l’offerta del palinsesto autunnale