L’offensiva sottile

Non avevamo capito nulla. Ci chiedevamo come mai Murdoch non si sollevasse contro gli attacchi di Mediaset e RAI, volti a fiaccare l’offerta di contenuti di Sky per sostenere il consolidamento del digitale terrestre e del provider satellitare alternativo da loro creato, Tivùsat. Ci domandavamo come mai Raisat fosse stata surrogata dalla pay tv satellitare con contenuti certo gradevoli ma non sediziosi, come Fox Retrò. Poi abbiamo compreso: Murdoch aveva deciso di spostare la battaglia dal fronte dei contenuti a quello della qualità della visione, concentrando le forze per la controffensiva sull’HD. Un terreno sul quale, in effetti, RAI e Mediaset difficilmente possono reggere il confronto. Domiciliare una massiccia quantità di contenuti ad alta definizione sul digitale terrestre comporta un dispendio di risorse frequenziali (e quindi economiche) enorme (posto che un programma HD si pappa via l’intera capacità trasmissiva di un canale terrestre), che manco il Cavallo morente ed il Biscione possono permettersi. Occorrerebbe equipaggiare all’uopo Tivùsat, ma la faccenda è tecnicamente complessa e porterà via un bel po’ di tempo. Durante il quale quel diavolo di un Australiano avrà di nuovo fidelizzato una falange di utenti anelanti di spremere le potenzialità di quei televisori ad alta definizione la cui vendita la corsa al DTT ha accidentalmente sostenuto.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - L'offensiva sottile

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL