Miss Italia: e tutti vissero allegri e contenti

Dopo la sceneggiata della prima serata, cala una complimentosa tregua tra Mike Buongiorno e Loretta Goggi


Per la seconda serata a Salsomaggiore, né sceneggiate né colpi di scena. Mike Buongiorno, accompagnato dalla sua fedele Allegria!, questa volta non ha esitato neppure un attimo a presentare Loretta Goggi (foto), riconoscendole con umiltà la qualità di “straordinaria donna di spettacolo”. Loretta, dal canto suo, saluta con una malcelata serenità il “grande Mike”, definendosi “badante” delle bellissime aspiranti Miss Italia, che la sera precedente non aveva neppure salutato per l’agitazione. Ci chiediamo quanto fatica debba costare ai “due dinosauri” della televisione questa complimentosa tregua dopo l’infuriata della serata di apertura della sessantottesima edizione di Miss Italia. In quella circostanza non è bastata l’esperienza vantata dal nostro Mike per evitare le ire della sua co-conduttrice che hanno lasciato lui, e tutto il pubblico, stupefatto e smarrito. Solo ventiquattro ore prima, Loretta (57 anni) faceva il suo ingresso sul palco di Salsomaggiore stizzita dal cambio di scaletta di Mike (83 anni), reo di aver indugiato nel collegamento da Bergamo con Fiorello. Quindi, sotto gli occhi del novantenne Mirigliani, la Goggi era uscita di scena mentre Mike rimaneva in diretta a chiedersi “che fare?”. Solo un colloquio dietro le quinte col direttore di RaiUno, Fabrizio Del Noce, e Patrizia Mirigliani, figlia dello storico patron della manifestazione, convincevano la conduttrice a rientrare tra gli applausi del pubblico. Il siparietto ha sicuramente aiutato gli ascolti della storica kermesse, vistosamente in calo dalle edizioni precedenti, ma non ha trovato il piacere della Codacons e dell’Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi, che hanno proposto di eliminare del tutto la figura del conduttore dalla prossima edizione di Miss Italia. Forse ci sarebbe meno esperienza, ma sicuramente gran risparmio di soldi e imbarazzi. (Mara Clemente per NL)

printfriendly pdf button - Miss Italia: e tutti vissero allegri e contenti