Cdr Tg1 a Sabina Guzzanti: “Non accettiamo insulti rozzi”

“Siamo impegnati a informare in modo onesto e professionale”


da Franco Abruzzo.it

Roma, 21 settembre 2007. “Offese ingiustificate al direttore e alla redazione”. Il Cdr del Tg1 replica con fermezza alle critiche formulate ieri da Sabina Guzzanti nel corso della trasmissione ‘Annozero’: “Il Tg1 – afferma la rappresentanza sindacale del tg ammiraglio della Rai – è impegnato in modo onesto e professionale a informare al meglio e tempestivamente milioni di telespettatori”.
“Il Tg1 – sottolinea il Cdr – può piacere o non piacere, ma non accettiamo insulti. E` falso affermare che abbia oscurato Grillo: abbiamo coperto e analizzato sin dall`inizio il fenomeno V-day e V-people in tutta la sua rilevanza. Facendolo sentire e vedere, raccogliendo le reazioni, dando atto dell`eco che producono le sue denunce. Come abbiamo fatto anche col libro di Stella e Rizzo sulla Casta, che siamo stati tra i primi a far conoscere ai nostri telespettatori. Come facciamo con tutto ciò che scuote, indigna e interroga la società e la politica”.
“Libera la Guzzanti di esprimere i suoi giudizi apocalittici – proseguono i giornalisti del Tg1 – ma eviti quelli infondati e le offese: i Tg ‘indecenti’ sono quelli che censurano e manipolano, quelli che ignorano come vive la gente e cosa succede nella società e nel mondo in cui viviamo. Fortunatamente non è il caso del nostro Tg. E chi ci guarda lo sa. Spiace che la Guzzanti, tornata sugli schermi Rai dopo un lungo e ingiusto ostracismo, ricevendo attenzione e pubblicità al suo film – conclude la nota – abbia usato questa opportunità per rivolgere insulti rozzi e ingiustificabili a un`intera redazione del servizio pubblico”. (Apcom).

printfriendly pdf button - Cdr Tg1 a Sabina Guzzanti: “Non accettiamo insulti rozzi"