Mozilla, partono le pubbliche relazioni

In alcuni paesi europei Firefox cercherà di oscurare Explorer


Rimettere il web nelle mani degli utenti, laddove Microsoft con il suo monopolio ha tradito i criteri di condivisione e libertà che avevano dato origine a internet”: sono queste le parole di Tristan Nitot, presidente e fondatore di Mozilla Europe, che suonano un po’ come una sorta di undicesimo comandamento per il web. I software Firefox e Thunderbird (insieme ai fratellini Sunbird e Seamonkey, della stessa famiglia) sono pronti a fare battaglia alla schiera dei programmi di Microsoft, rei, secondo i “mozilliani”, di aver fondato il loro successo sulla fiducia incondizionata di chi di computer ne capisce ancora poco. Così poco da non vedere, talvolta, come il potere del monopolio avrebbe permesso alla società di Bill Gates non solo di creare vincoli per la fruizione del web, ma anche di minacciare la riservatezza degli stessi utenti realizzando software, ognuno dei quali è interfacciato con tutti gli altri. La Mozilla foundation si muove, decisa, partendo da queste convinzioni e dopo la nascita, avvenuta nel 2003, sembra voler “evangelizzare” al suo utilizzo sempre più utenti in tutto il mondo (dal 3% al 28% in soli quattro anni, con una punta di diffusione del 45% in Germania, dove il tasso di informatizzazione è maggiore rispetto agli altri paesi europei). Ora, in preda ad una crescente e soddisfacente conquista del mondo nella navigazione online, oltretutto in una versione completamente gratuita, Mozilla ha scelto di fare pubbliche relazioni in maniera del tutto professionale: infatti l’immagine del software Firefox sarà curata da specifiche agenzie di comunicazione in paesi come Italia, Spagna, Francia, Germania, Inghilterra e Polonia. In Italia è stata scelta la società Tt&A, con la quale Mozilla foundation andrà a braccetto nei prossimi anni nella speranza di conquistare e convertire sempre più “fedeli”. Inoltre sembra che il software Firefox sia pronto per approdare anche sul pianeta della telefonia mobile, insidiandosi, sempre in modo “free”, anche tra i cellulari che permettono la navigazione in internet: il browser della volpe infuocata è in realtà già disponibile per il modello Nokia N800. Il parere di Newsline? Firefox è un ottimo browser, pratico, funzionale e meno “pesante” del concorrente Explorer; inoltre sfrutta un’interfaccia molto più intuitiva dell’ultima versione del concorrente e possiede almeno 2.500 applicazioni integrative (i cosiddetti “add on”) che permettono alla normale navigazione in rete di essere assolutamente personalizzabile. Last but not least: come dicevamo, è completamente gratuito! Provare per credere. (Marco Menoncello per NL)

printfriendly pdf button - Mozilla, partono le pubbliche relazioni