NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009
Colpo di scena: le denominazioni delle radio nazionali ben potevano essere impiegate da emittenti locali omonime attive prima dell’entrata in vigore della L 78/1999. La Corte Costituzionale, con sentenza in data 8 luglio 2009 (n 206/2009, che riportiamo integralmente in calce), ha infatti dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art 2, comma 2-bis, del decreto-legge 30 gennaio 1999, n 15 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo equilibrato dell’emittenza televisiva (…)
 
Radio Italia sbarca a Dubai. Adnkronos dà notizia di un "accordo di partnership societaria tra la radio tricolore e HMM L.L.C., societa’ del Gruppo dello Sceicco Mana Al Maktoum".
 
Sono separati da un pugno di ascoltatori, cosicché la questione è più che altro psicologica. Fatto sta che Elemedia (Dee Jay, Capital, m2o), dall’ultima indagine Audiradio, non è più il primo gruppo radiofonico italiano, superato – appunto per un niente di ascoltatori – da Finelco (105, RMC, Virgin).
In Italia la radio digitale terrestre è in fase di stallo da circa 13 anni. Un’eternità per uno strumento tecnologico da sempre in evoluzione.
Numerose emittenti radiotelevisive locali sono state interessate negli ultimi giorni da visite dei nuclei speciali della Guardia di Finanza.
Gli iraniani e non che sostengono le proteste post-elettorali hanno cominciato a boicottare diverse aziende accusate di collaborare con il regime di Teheran, tra cui l’operatore di telefonia mobile Nokia.
(Radio Passioni) – Ormai si grattano i fondi dei barili. Il New York Times, sempre più bisognoso di soldi, ha deciso di vendere anche la sua stazione radio dedicata alla musica classica e operativa sui 96.3 dell’FM dopo che il giornale aveva deciso anni fa di liberarsi della frequenza sulle onde medie, ceduta a Radio Disney.
Rai e Sky Italia si avviano ad un compromesso. E’ quanto scrive oggi il Messaggero spiegando che le parti potrebbero trovare un accordo per l’utilizzo sulla piattaforma satellitare dei canali della tv pubblica non piu’ per sette anni, ma per tre anni. Almeno fino al 2012 quando verra’ segnato definitivamente il passaggio al digitale terrestre.
La Commissione europea lancia una consultazione per determinare quale sia il modo migliore per collaborare a livello dell’UE per sfruttare al massimo l’opportunità data dal passaggio dalla TV analogica alla TV digitale che libererà frequenze radio utilizzabili per nuovi servizi.
Microsoft avra’ una sua radio online. Ad annunciarlo in un’intervista al Telegraph Peter Bale, executive producer Msn.
Equitalia, la società pubblica incaricata della riscossione dei tributi, offre ai contribuenti "Estratto conto", un nuovo servizio on line che permette di controllare la propria posizione debitoria a partire dall’anno 2000.
Da Spoleto in occasione della serata di Premiazione del Concorso “Il Copyright è un diritto”, il Presidente della SIAE Giorgio Assumma ha lanciato un appello al mondo della cultura.
”Sorprendente”: cosi’ Carlo Freccero, presidente di Raisat e direttore di Rai4,definisce il primo anno del canale del digitale terrestre Rai.
(Velino) – ADRAI e Usigrai esprimono in una nota congiunta forte preoccupazione per le nuove, ipotizzate, modifiche organizzative che verrebbero effettuate, ancora una volta, al di fuori di un qualsivoglia progetto complessivo di riassetto dell’Azienda.
Le società telefoniche dovranno attenersi a regole chiare e ben definite se vorranno utilizzare i dati dei clienti per attività di profilazione.
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
 
Nei primi cinque mesi di quest’anno gli investimenti pubblicitari ammontano a 3.795 milioni con una flessione del -16,5% rispetto al corrispondente periodo del 2008. Dati Nielsen Media.
Nel periodo dal 16 aprile 2009 al 21 giugno 2009, oltre 1.800.000 telespettarori muniti di decoder satellitari non hanno potuto vedere circa 357 programmi dei canali Rai 1, Rai 2 e Rai 3.
Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico).
Giovanni Negri, presidente Alg: “Siamo sempre stati mediatori, non censori”.
Prezzo calmierato per l’istallazione del decoder del digitale terrestre per i cittadini del Lazio che pagheranno 35 euro, anziché 45 come nel resto d’Italia.
La storica emittente di Canelli, Radio Vega, nata nel 1975, rischierebbe di chiudere.
(Punto Informatico) – Non sono tempi felici quelli della carta stampata, spinta all’angolo dalla crisi economica e da un progressivo abbandono di lettori e inserzionisti .
"Questa volta potrebbero esserci conseguenze davvero spiacevoli" per la radiofonia e la libertà d’informazione in Venezuela, spiega  Radio Passioni.
La Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili), che rappresenta oltre tre milioni di disabili in Italia, chiede con urgenza un’audizione all’Agcom per la definizione delle linee guida e chiede alla Rai e al MSE-Com un confronto sulle norme del prossimo contratto di servizio.
Proroga dei termini del procedimento per l’individuazione delle piattaforme emergenti ai fini della commercializzazione dei diritti audiovisivi sportivi, avviato con Delibera n. 140/09/Cons
Il passaggio dalla TV analogica a quella digitale libererà frequenze radio che potranno essere utilizzate per nuovi servizi. Questo guadagno, detto dividendo digitale, produrrà vantaggi ai consumatori.
(Reuters) – L’imprenditore franco-tunisino Tarak Ben Ammar non è coinvolto in alcuna operazione riguardante Telecom Italia Media.
Riteniamo opportuno, proprio a seguito dell’intensificarsi dei controlli sulle violazioni del diritto d’autore da parte delle Autorità presso le emittenti radio e Tv, fare il punto della situazione sulle responsabilità penali, la quantificazione del danno e le possibili sanzioni cui i titolari ed i rappresentanti delle emittenti suddette possono incorrere.
 
Una recente decisione della Corte di Cassazione (sentenza n. 40249, emessa dalla V sezione penale il 3 giugno 2008 e depositata il successivo 28 ottobre) ha condannato – per utilizzo di alcuni ricevitori radio scanner  – alcuni giornalisti della rivista telematica Merateonline.
Settimana di intensa esposizione mediatica per Murdoch, questa. Nel bene e nel male.
La relazione annuale dell’Autorità di garanzia per le comunicazioni ha sottolineato nei giorni scorsi la fine del duopolio televisivo Rai-Mediaset con il sorpasso di Sky sul Biscione in termini di ricavi, ma il problema del pluralismo resta vivo, come dimostrano i dati sull’audience.
(Adnkronos) – La notizia che giornalisti del gruppo editoriale News group newspapers di Rupert Murdoch hanno intercettato illegalmente i cellulari di migliaia di personalità pubbliche ha provocato una vera e propria tempesta politica in Gran Bretagna.
Non va affatto bene la radio digitale terrestre in una delle prime nazioni europee ad investirci seriamente. In Gran Bretagna tira infatti una bruttissima aria per il DAB-T e suoi derivati, come spiega l’attento Andrea Lawendel su Radio Passioni.
La SIAE pubblica sul proprio sito un invito ai documentaristi italiani, che vivrebbero difficoltà nel vedersi riconosciuto un giusto compenso per la propria attività dalle emittenti tv, per la compilazione di un questionario specifico.
(Punto Informatico) – Non ci stanno i cittadini della rete, si oppongono i blogger, alzano la voce i gestori di "siti informatici": il DDL sulle intercettazioni con cui si vorrebbero imporre ai tenutari di qualsiasi spazio online gli stessi obblighi di rettifica richiesti alle strutture giornalistiche non deve passare inosservato, non deve diventare legge.
Paolo Romani, con la relazione dell’Agcom che certifica che Sky è il secondo gruppo tv italiano per ricavi in una mano e sventolando con l’altra la stropicciata bandiera del pluralismo, festeggia (quella che per lui è) la fine della partita del duopolio.
E’ di 140 milioni di Euro il taglio dei costi comunicato ufficialmente il 6 luglio dal Consiglio di Amministrazione del Gruppo Editoriale l’Espresso Spa (circa il 17% dei costi sostenuti dal gruppo nel 2008). Il fine è quello di adattare le scelte economiche della società allo stato di crisi in cui l’intero settore versa, caratterizzato dalla forte
Il Governo avrà tempo sino a gennaio 2011 per dare attuazione alla delega riguardante l’adozione di uno o più provvedimenti finalizzati a modificare il Codice dell’amministrazione digitale di cui al Decreto Legislativo n 82/2005.
Qualità dei contenuti non sempre all’altezza, ricanalizzazione improvvisata, switch-over, risparmio non programmatico: queste le componenti principali che hanno determinato il calo degli ascolti delle reti nazionali. Si salva appena RAI 1 con il Tg delle 13.30 e poche altre fasce del palinsesto (prime time e day time).
(Radio Passioni) – Nella discussione sulle prospettive di mercato della radio digitale satellitare di Sirius XM spuntava spesso il riferimento alla diversificazione dei canali distributivi.
In tempo di digitale, oggi anche terrestre, e di trasmissioni in alta definizione, nasce l’idea di una gamma di antenne terrestri dalle prestazioni e dal design unici e rivoluzionari.  Le Sigma sono frutto del lavoro del reparto di ricerca e sviluppo Fracarro e non hanno pari sul mercato.
Venerdì 10 luglio 2009, presso il Castello di Otranto, il Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni sottoscriverà le convenzioni per il trasferimento di nuove e importanti deleghe e l’esercizio di delicate funzioni in materia di pluralismo, di vigilanza e di tutela dell’utenza ai Corecom della Puglia, dell’Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia.
Una campagna della durata di 13 settimane, che coinvolge 600 emittenti locali, spinge negli Stati Uniti la HD Radio: è più di un’alternativa alla radio via Internet, ma non è ancora una scommessa vinta".

La statistica sulla radiotelevisione realizzata dall’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) si basa sulla relazione che ogni anno le emittenti radiotelevisive svizzere titolari di una concessione rilasciata dalla Confederazione o le cui spese d’esercizio annue superano i 200’000 franchi sono tenute a presentare.

Procede a ritmo serrato lo sviluppo del progetto denominato da “Convergenza ad Efficienza”, con cui la concessionaria pubblica SRG SSR idée suisse intende ridurre del 10 per cento i costi attuali rispetto al budget 2009, per rafforzarsi nel settore dei media ed affrontare le nuove sfide del futuro.
"BBC Technology ha pubblicato una videorecensione di una autoradio DAB della JVC, uno dei pochi modelli di car radio compatibile con la radio digitale.
Ripristinato il termine di 30 giorni per la conclusione del procedimento amministrativo e previsto espressamente il risarcimento del danno ingiusto derivante dall’inosservanza dolosa o colposa del termine previsto per il completamento del procedimento.
Dopo il passaggio di Raidue e Retequattro sul digitale terrestre, in Piemonte e nel Lazio la nuova tv e’ gia’ nelle case di due famiglie su tre: e’ il risultato di un’indagine Makno diffusa da Dgtvi, il consorzio di broadcaster coinvolti nel passaggio alla nuova tecnologia.
 
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 512 del 15/07/2009

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO