NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
E’ in arrivo il digitale terrestre di seconda generazione. Ma che fine faranno quelli vecchi? Nessuna, andranno bene lo stesso, e la decisione di comprare un apparecchio di ultima generazione e’ a totale discrezione dell’utente.
sit blue logo 756x56 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
banner tecnomedia 247x56  1 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
banner elite 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
SIT 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
 
”La Regione sostenga con urgenza la transizione al digitale delle emittenti televisive siciliane”.
 
Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44, recante attuazione della direttiva 2007/65/CE relativa al coordinamento di determinate disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti l’esercizio delle attivita’ televisive. (12G0137)
Con la conversione in legge, con modificazioni, del D.L. n. 63/2012, sono stati finalmente definiti i nuovi requisiti per l’accesso ai contributi previsti dalla L. n. 250/1990 a favore delle imprese editrici.
Per la prima volta il «New York Times» ha guadagnato più con i lettori che con la pubblicità: un’ inversione di tendenza particolarmente significativa per gli Stati Uniti, dove (a differenza dell’Italia) la seconda è stata sempre nettamente prevalente nei ricavi editoriali.
 

SIT1 0 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
bann superstreaming 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
Radio Mondo ok - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
Il presidente del Comitato per le comunicazioni, Vannini, ha inviato una lettera alle organizzazioni del Terzo settore per ricordare che la Rai mette a disposizione gratuitamente appositi spazi informativi.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
Nota da tempo, esplode oggi ufficialmente la crisi di Reteversilia News che si inserisce in una ben più ampia e problematica situazione economica che coinvolge la Misericordia, proprietaria dell’emittente televisiva viareggina (che è anche operatore di rete per parte della Toscana e della Liguria) e di Radioversilia.
Prosegue la matrona dell’Esecutivo per accorciare i tempi della giustizia, ritenuti uno dei più rilevati elementi disincentivanti allo sviluppo degli investimenti nel nostro Paese.
La Segreteria Nazionale Libersind Conf.sal, il sindacato autonomo della RAI, "ritiene quanto mai azzardata o almeno fantasiosa, l’ipotesi di fusione societaria tra Ei Towers e RAI Way ipotizzata nell’articolo del sole 24Ore di oggi a firma di Giovanni Vegezzi".
Sarebbero giunte alla stretta finale le trattative per il passaggio di mano della proprietà di Nessma Tv, il canale televisivo del Maghreb, al gruppo Rotana del principe saudita Walid Ibn Talal, uno degli uomini più ricchi al mondo (26° nella classifica di Forbes).
La televisione non e’ piu’ lo scatolone d’un tempo, al contrario sta cambiando pelle. Basta guardarsi intorno: il fiorire degli schermi e delle piattaforme fa ormai parte nella nostra vita La tv e’ sempre piu’ online, e anche in Italia, come in tutto il mondo, il pubblico tradizionale e’ via via affiancato da uno molto piu’ interattivo.
Un palinsesto fatto di storia, invenzioni, natura, scoperte, mistero, raccontati con un taglio positivo e immediato in grado di suscitare e insieme soddisfare ogni curiosita’.
Oggi la rappresentanza sindacale di SMtv ha incontrato la stampa per riferire quanto deciso nella assemblea generale di ieri ed esprimere la forte preoccupazione dei lavoratori per il futuro dell’emittente pubblica, mancando l’accordo in materia radio-televisiva con l’Italia.
Dalla ricerca di Innova et Bella, società di consulenza strategica, la storica testata americana risulta la più coinvolgente e interattiva del social network.
Il governo e il fisco francese protestano ancora contro le aziende americane che operano sul web, in particolare additando Google, Facebook, Amazon e Apple, che svolgerebbero la loro attività sul territorio nazionale, avvantaggiandosi delle infrastrutture locali, senza contribuire al fisco.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 668 del 01/08/2012

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL