Programma “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”: avviate le attività di ricerca.

Prevista entro l’estate prossima la consegna dei risultati da parte dei vincitori.
 
Il prossimo novembre avranno inizio le attività di ricerca promosse dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e relative agli aspetti Infrastrutturali delle Reti di Nuova Generazione a Banda Larga e Ultra Larga. Questo è quanto si legge sul comunicato stampa dell’Agcom del 24/10/2008 (www.agcom.it), secondo cui la Direzione Studi, Ricerca e Formazione dell’Autorità, in esecuzione della delibera n. 405/08/CONS, ha assegnato ad una serie di istituzioni accademichela realizzazione di 14 progetti di ricerca afferenti al Programma “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”. Tale programma di ricerca, che l’Agcom ha avviato lo scorso mese di luglio al fine di ottenere risultati utilizzabili a vantaggio dell’intera collettività, per la promozione dello sviluppo delle Reti di Nuova Generazione, si articola in “tre macro aree, tutte dirette ad analizzare le condizioni tecniche, economiche e giuridiche per la realizzazione di reti e servizi a banda larga nel nostro paese (quadro tecnico-infrastrutturale, economico-regolatorio, giuridico-normativo)”. Per la realizzazione dei 14 Work Package (progetti) vincitori è stato previsto uno stanziamento complessivo pari a 700.000 euro, con un massimo di 50.000,00 euro per ciascun progetto. Le istituzioni Universitarie pubbliche e private e gli Enti Pubblici di Ricerca a cui è stata affidata la realizzazione di uno o più dei 14 progetti sono: l’Università La Sapienza di Roma (capofila) – insieme al Politecnico di Torino, Politecnico di Milano, Università di Pisa, Università di Siena, Università Roma Tre e Imperial College di Londra – che è risultata assegnataria di cinque progetti; l’Università Federico II di Napoli, a cui sono stati assegnati cinque progetti; l’Università di Roma Tor Vergata (capofila) – insieme al Politecnico di Milano, Università Bocconi di Milano, Università di Cagliari, Luiss Roma, Università di Napoli, Università Roma Tre – che è risultata assegnataria di tre progetti; il CERADI – Centro di ricerca per il diritto di impresa – della Università Luiss Guido Carli, assegnatario di un progetto. Le istituzioni accademiche dovranno consegnare i risultati del loro lavoro di ricerca entro l’estate del 2009. L’Agcom si è dichiarata ottimista sui risultati che i potranno ottenere, in quanto, a suo giudizio, “(…) i progetti rappresenteranno uno stimolo per la ricerca in un settore così rilevante per l’economia del nostro paese, un importante strumento per la definizione di regole e modalità di intervento volte a promuovere innovazione e concorrenza e, infine, un utile riferimento per tutte le imprese del settore”. (D.A. per NL)
printfriendly pdf button - Programma “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”: avviate le attività di ricerca.