Pubblicità online: frenata in Europa meno che in Italia

L’advertising online rallenta in tutta Europa tranne che in Italia. E’ quanto emerge dal rapporto annuale AdEx illustrato da Iab Europe ed elaborato da Screen Digest. ”A fronte di una crescita della pubblicita’ digitale nel 2008 pari a +20% rispetto all’anno precedente, in alcuni dei mercati piu’ maturi colpiti dalla recessione (Regno Unito, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia) la crescita ha subito un rallentamento significativo nei primi sei mesi del 2009, mentre i mercati meno sviluppati hanno continuato a registrare tassi di crescita a doppia cifra. Tra questi, l’Italia conferma le sue previsioni di crescita al 10,5%, con una performance nettamente superiore alla media europea che si attesta al 2,4%”, si legge nel report. Layla Pavone, presidente Iab Italia e managing director Isobar, ha così commentato i risultati del nostro paese: ”Le performance positive del mercato italiano della pubblicita’ online per il 2009, in controtendenza rispetto alla crescita media europea del settore nonostante la congiuntura economica, testimonia un costante interesse per il mezzo Internet e le sue potenzialita’ per il business da parte degli investitori nel nostro Paese. Questo ci porta ad affrontare con ottimismo il 2010, fiduciosi che possa essere l’anno della ripresa di una crescita a doppia cifra anche per l’advertising digitale, come stimato dal Rapporto AdEx”. Secondo il rapporto la crescita del settore della pubblicita’ online continuerà nel 2010, anno che segnera’ un disgelo del mercato e una ripresa del proprio trend di crescita strutturale, stimandone la media europea a +6,5%.
printfriendly pdf button - Pubblicità online: frenata in Europa meno che in Italia
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Pubblicità online: frenata in Europa meno che in Italia

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO