Radio: DDL del PRC su disciplina settore in era digitale

Un disegno di legge, composto da 10 articoli, che si propone di definire il ruolo della radio nell’era del digitale è stato messo a punto dal Prc che lo presenterà domani mattina, alle ore 11, al Senato


(ANSA) – Roma, 9 ott – Un disegno di legge, composto da 10 articoli, che si propone di definire il ruolo della radio nell’era del digitale è stato messo a punto dal Prc che lo presenterà domani mattina, alle ore 11, al Senato. Il nuovo ddl in materia di “Disciplina del settore radiofonico nell’epoca del digitale” si propone di rendere la radio “ricettiva alle istanze delle comunità sociali e virtuali che vogliono usare il mezzo radiofonico digitale anche per effettuare una più ampia controinformazione nel settore”. I primi tre articoli definiscono i principi del settore, gli ambiti, le tecnologie e i servizi interessati. I due successivi definiscono possibili, specifiche garanzie per gli utenti radiofonici e alcuni principi di salvaguardia del pluralismo e della concorrenza. Gli articoli 7 e 8 del Ddl vogliono contribuire all’attuazione del piano nazionale di assegnazione delle frequenze rendendo possibile anche l’impiego della tecnologia T-Dab e infine, gli ultimi articoli prevedono misure specifiche per la sanatoria di impianti radiofonici già esistenti. Alla conferenza stampa a palazzo Madama, parteciperanno, oltre al capogruppo di Rifondazione Giovanni Russo Spena,: Sergio Bellucci Responsabile Prc Comunicazione e Innovazione tecnologica, Fabrizio Berrini, segretario dell’ Aeranti-Corallo, Mauro Belisario responsabile quotidiano Liberazione, Sergio Natucci Rna (Radio Nazionali Associate), Amedeo Martorelli del Gr Parlamento e Giorgio Danili, responsabile editoria del Prc.(ANSA).

printfriendly pdf button - Radio: DDL del PRC su disciplina settore in era digitale