Radio, Toscana: il Tribunale di Pisa dà l’ok ai concordati di Publiaudio e Radio Valdera

Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).

Le vicende che hanno portato alle procedure concorsuali assentite dal Tribunale (che scongiurano i fallimenti) sono conseguenti alla contrazione del mercato pubblicitario che ha colpito anche il settore radiofonico e conseguentemente anche le note società di Ponsacco. Ciò nonostante, le emittenti veicolate in diverse regioni italiane dai due storici operatori non hanno subito disaffezioni in termini di ascolto e, anzi, in diversi casi hanno registrato sensibili aumenti (come nel caso di Radio Sportiva). Nel merito, i commissari nominati dall’organo giurisdizionale toscano hanno già iniziato, con l’autorizzazione del Giudice Delegato, la liquidazione incontrando un discreto numero di richieste alle gare indette per la vendita degli asset societari (nella specie, rami d’azienda costituiti da diffusori FM e relativi diritti d’uso). Alla presentazione dei due concordati preventivi ha lavorato un team di esperti del settore tra cui l’avvocato Simone Giugni di San Miniato, come advisor legale (che conta una consolidata esperienza nel campo delle procedure concorsuali) e i dottori commercialisti Leonardo Sforzi di Ponte a Egola, Stefano Monti e Filippo Sani (dell’associazione DCA Dottori Commercialisti Associati) di Santa Croce sull’Arno. (E.G. per NL)

 

printfriendly pdf button - Radio, Toscana: il Tribunale di Pisa dà l'ok ai concordati di Publiaudio e Radio Valdera