Radiodiffusione. Le attività svolte dalle Onlus devono essere esclusivamente destinate alle persone svantaggiate

Tale assunto è stato statuito dalla recente sentenza n. 43 del 26 novembre 2008 della Commissione Tributaria Regionale di Milano sez. 28


Diritto & Giustizia.it

di Mariagabriella Corbi

Il termine “esclusivo” contenuto nell’art. 10 del D. Lgs. 460 deve intendersi riferito alle persone svantaggiate destinatarie dell’attività. L’art. 10 del D.Lgs 460/97 non va interpretato nel senso che “una Onlus deve perseguire in via esclusiva il fine della solidarietà sociale e non già che le attività svolte devono essere esclusivamente destinate alle persone svantaggiate”. Tale assunto è stato statuito dalla recente sentenza n. 43 del 26 novembre 2008 della Commissione Tributaria Regionale di Milano sez. 28.

Qui per leggere in forma integrale l’articolo.

printfriendly pdf button - Radiodiffusione. Le attività svolte dalle Onlus devono essere esclusivamente destinate alle persone svantaggiate
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radiodiffusione. Le attività svolte dalle Onlus devono essere esclusivamente destinate alle persone svantaggiate

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL