RCS, ricavi 2009: editoria in calo, slitta l’aggiornamento del piano triennale. Priorità al multimediale

Rcs ipotizza che nel 2009 a causa dell’incertezza e delle problematicità derivanti dalla crisi economica globale l’editoria registrerà «una ulteriore significativa contrazione dei ricavi, in particolare quelli pubblicitari»


(Franco Abruzzo.it) – Per il 2009 la società ha così approvato oggi un budget «fondato sulle migliori stime in ordine all’andamento del mercato oggi disponibili». Ma alla luce della «aleatorietà della situazione» ha deciso di attendere la seconda parte del 2009 per riformulare la rimodulazione del piano triennale. Lo annuncia una nota. La decisione di attendere per un aggiornamento del piano è stata presa «nell’ipotesi di una maggiore stabilità e visibilità del quadro economico di mercato», giudicando comunque che l’attuale piano è «oggettivamente superato» alla luce della sfavorevole congiuntura economica attuale. Il budget approvato da Rcs per il 2009, spiega la società, «ribadisce una forte azione di contenimento ad ogni livello dei costi e di recupero di efficienze, ma al contempo preserva gli investimenti per lo sviluppo dei ricavi digitali ed assicura la rigorosa salvaguardia della qualità ed autorevolezza dei prodotti editoriali». Il consiglio Rcs ha «unanimemente confermato» che lo sviluppo multimediale costituisce asse portante della strategia del gruppo sia in termini di prodotto sia di sinergie gestionali, spiega ancora la casa editrice, ricordando il recente lancio con risultati positivi dei portali ATCasa.it (arredamento) e Leiweb.it (femminile) e quello prossimo del canale televisivo Lei distribuito da Sky. (ANSA)

printfriendly pdf button - RCS, ricavi 2009: editoria in calo, slitta l'aggiornamento del piano triennale. Priorità al multimediale