Si sono svolti oggi a Pianaccio i funerali di Enzo Biagi

Presenti numerose autorità, giornalisti ed esponenti politici. La figlia Bice risponde a Berlusconi: l’editto bulgaro c’è stato, qualcuno ha delle amnesie, ma noi non dimentichiamo


Il feretro contenente la salma del compianto giornalista Enzo Biagi è giunto questa mattina presto nella sua città natale, la piccola Pianaccio in provincia di Bologna. Ad attenderla le due figlie, Bice e Carla, ed i nipoti. La cerimonia funebre, svoltasi in mezzo a migliaia di persone, autorità e gente comune, amici d’infanzia e colleghi giornalisti, è iniziata intorno alle 11.
Tante, tantissime le personalità che hanno voluto salutare per l’ultima volta Biagi. Politici di lungo corso e giovani giornalisti, a testimonianza che non solo le vecchie generazioni, ma anche le nuove, consideravano l’anziano giornalista come un punto di riferimento.
A rappresentare il mondo politico c’erano la massima parte dei rappresentanti delle istituzioni, dal Presidente del Consiglio, Romano Prodi, amico di vecchia data di Biagi, al ministro Gentiloni e al presidente della Rai, Petruccioli, dal sindaco di Bologna, Cofferati al governatore dell’Emilia Romagna, Vasco Errani, fino al neo segretario del Pd, Walter Veltroni. Anche i giornalisti erano ovviamente moltissimi: Paolo Mieli, direttore del “Corriere”, Ferruccio De Bortoli, direttore del “Sole 24 Ore”, e poi Marco Travaglio, lo scrittore-giornalista, Roberto Saviano e tanti, tanti altri. C’erano anche monsignor Esilio Tonini. Numerose le personalità: tra queste si notava, però, come abbondantemente annunciato, l’assenza di Silvio Berlusconi. E le frecciate nei suoi confronti non sono mancate. Bice, figlia di Biagi, evidentemente infastidita dalle affermazioni di ieri rilasciate dal leader di Forza Italia alla Fiera del Ciclo e Motociclo a Milano (si veda nostro articolo di ieri), ha replicato affermando. “L’editto bulgaro c’è stato, certo che c’è stato. C’è qualcuno che, a volte, ha delle botte di amnesia. Lui non ha mai perso la memoria, né lui né noi”. Tante le frasi di cordoglio, poi, e anche qualche provocazione nei confronti di chi ha turbato gli ultimi anni di vita di questo patrimonio della nostra informazione. Il feretro ha lasciato la Chiesa dei Santi Giacomo e Anna, sulle note di “Bella ciao”. Enzo, probabilmente, avrebbe voluto proprio così. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Si sono svolti oggi a Pianaccio i funerali di Enzo Biagi

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL