Media. Il Senato approva la legge di delegazione europea 2019-2020: l’Italia recepirà la direttiva europea sul Copyright

direttiva, copyright

Con il sì del Senato, anche l’Italia, dopo la Francia, recepirà la direttiva europea 790/2019 relativa al diritto d’autore e ai diritti connessi. Provvedimento che garantirà, tra l’altro, la tutela del Copyright anche sulle piattaforme OTT. Spetta ora al Governo il compito di recepire i contenuti di tale provvedimento europeo nella legislazione italiana. Infatti, l’esecutivo, […]

Copyright. In Francia gli editori saranno remunerati a seguito dell’accordo Google/APIG sullo sfruttamento del diritto d’autore online

Google sigla accordo con APIG per remunerare le news online

La forte pressione degli editori francesi, riuniti nell’APIG (acronimo di Alliance de la Presse d’Information Générale), sembrerebbe aver finalmente prodotto dei risultati soddisfacenti sul tema del copyright. Per la prima volta in Europa Google sigla un’intesa con un’associazione rappresentativa della stampa Ecco, dunque, che in Francia Google ha acconsentito a fine gennaio per siglare un […]

Audiovisivo. Streaming: la Commissione UE pronta a riformare la normativa sul geoblocking

geoblocking

La Commissione UE ha pubblicato ieri il primo resoconto sull’applicazione del Geoblocking Regulation UE, in vigore dal dicembre 2018. L’occasione è stata impiegata per anticipare misure di ulteriore allentamento, a causa del cambiamento di abitudini dei consumatori indotto dalla Pandemia. No Geoblocking Anche se non viene esplicitato chiaramente, l’obiettivo UE è anche quello di estendere […]

Radio-Tv. DL Rilancio. Poteri inibitori e sanzionatori a Agcom per tutela diritto autore. Piattaforme devono essere autorizzate a comunicazione e remunerare

diritto autore

Diritto autore: rendere disponibili online a fini commerciali (pubblicità, dati) grandi quantità di materiale tutelato  costituisce atto di comunicazione al pubblico e come tale deve essere autorizzato dai legittimati e remunerato. “Una conferma dell’urgenza di predisporre strumenti efficaci di tutela del diritto d’autore online dagli sfruttamenti massivi illeciti in Rete, che impediscono ai creatori e […]

Radio e diritto autore. Effetti potenzialmente dirompenti della sentenza UK appellata sia da Warner e Sony che da TuneIn: radio senza licenza fuori da proprio territorio potrebbero rispondere

Warner e Sony

Gli editori radiofonici europei (e quindi anche italiani) dovrebbero prestare estrema attenzione all’appello proposto da TuneIn e da Warner e Sony contro la decisione del Tribunale di primo grado inglese sulla presunta violazione del copyright da parte dell’aggregatore di flussi streaming più importante al mondo. Sentenza salomonica Il solo fatto che entrambe le parti abbiamo […]

Copyright. Cassazione: responsabilita’ piena per ISP in caso di violazioni commesse da utenti

responsabilità Isp

Grande svolta sul fronte del discusso diritto d’autore sul web e della responsabilità da attribuire agli Internet Service Provider (ISP). Gli hosting provider, da sempre ritenuti meri intermediari e prestatori di servizi di ospitalità di dati, possono svolgere altresì un ruolo “attivo”, che esula da un servizio di ordine meramente tecnico, automatico e passivo. Pertanto, […]

Guerra di posizione

posizioni

All’alba del nuovo millennio, la dicotomia fornitori di contenuti/network provider introdotta dalle tecnologie digitali via etere (satellite, digitale televisivo terrestre, DAB) fu un cambiamento epocale dopo decenni di comunicazioni elettroniche fondate sull’identità tra fornitori di contenuti e vettori degli stessi: dal loro esordio, radio e televisioni erano infatti produttori e diffusori dei propri programmi.

Copyright. Parlamento UE approva la riforma. Radio e Tv plaudono “alla fine del Far West”. Tajani: ora giganti del web assoggettati alle medesime regole

parlamento

Il Parlamento Europeo, in sessione plenaria a Strasburgo (presidente dell’Aula Antonio Tajani), ha approvato nel primo pomeriggio la nuova direttiva Ue sul diritto d’autore alla presenza di 658 europarlamentari, con 348 voti a favore, 274 contrari e 36 astenuti. In precedenza l’Aula aveva respinto la proposta di 38 eurodeputati di riaprire il testo, votando gli […]