Tv. Al disturbatore televisivo Gabriele Paolini vietato Fiumicino

Per 3 anni starà lontano dall’aeroporto. Lo impone la Questura di Roma


TGCOM.it

Nuovo provvedimento contro Gabriele Paolini, il disturbatore più famoso della tv. Dopo l’ennesima incursione durante il Tg1, la Questura di Roma gli ha imposto di stare lontano dal comune di Fiumicino e dall’aeroporto Leonardo da Vinci per tre anni. Il 13 settembre scorso infatti Paolini, durante il Tg1 delle ore 20.00, aveva cercato di interrompere la diretta televisiva spingendo, fino a farla cadere in terra, la giornalista collegata in diretta
La stessa cronista – ricordano gli investigatori – si è riservata di sporgere querela anche per la conseguente interruzione del servizio giornalistico. Al termine degli accertamenti, il Questore della Provincia di Roma, Giuseppe Caruso, ha disposto la misura di prevenzione del “Foglio di via obbligatorio” con divieto di fare ritorno nel comune di Fiumicino per 3 anni.
La misura, emessa dalla locale divisione anticrimine, diretta dal Antonio Del Greco, e già notificata a Paolini, è motivata dai suoi numerosi precedenti penali e dalla circostanza che, nell’occasione, lo stesso non è riuscito a giustificare la propria presenza in aeroporto, “non espletando un’attività lavorativa nel comune di Fiumicino e non essendo in possesso di alcun biglietto aereo”.

printfriendly pdf button - Tv. Al disturbatore televisivo Gabriele Paolini vietato Fiumicino