Tv. Cairo Communication e La7. Il matrimonio va a gonfie vele: vicino il rinnovo della concessione per il triennio 2012-2014

Peccato che a livello calcistico i risultati del Torino, squadra di proprieta` di Urbano Cairo, e militante al momento in seconda divisione, non vadano a gonfie vele, altrimenti per l’imprenditore alessandrino e per il suo Gruppo si tratterebbe davvero di un momento d’oro.

Gli affari della sua Cairo Communication, infatti, continuano a dare ottimi risultati. Visto il momento critico per la carta stampata, Cairo – come questo periodico aveva sottolineato questa estate – aveva deciso di virare nettamente verso il mercato televisivo e la sua Cairo Communication era divenuta concessionaria pubblicitaria di alcuni network, tra cui il piu`importante e`certamente La7. Tra questa, Sportialia e Dahlia Tv, – ancora in fase di start up – nel primo semestre del 2010, il gruppo ha ottenuto (stiamo parlando solo del mercato pubblicitario televisivo) ben 74 milioni di euro di ricavi. Il gioiello di famiglia, pero`, resta La7, su cui Cairo ha investito in un momento particolarmente propizio. La sua concessionaria, difatti, si occupa della raccolta dell’emittente dal 2009 e ha un accordo che dura sino al 2011. L’accordo tra l’imprenditore e i vertici di Telecom Italia Media – che detengono la quota azionaria di maggioranza del network – prevedeva il raggiungimento di un totale di 378 milioni di euro di raccolta nell’arco del triennio. Una volta portato a casa l’obiettivo, poi, il contratto sarebbe stato automaticamente rinnovato per altri tre anni, sino al 2014. L’arrivo del digitale, de La7d e lo sbarco di Enrico Mentana sull’emittente, hanno fatto si’ che la congiuntura si rivelasse favorevole, sicché lo scorso anno la concessionaria pubblicitaria ha fatturato in tutto ben 121 milioni di euro, ottenendo un 7,8% in piu’ rispetto ai dati del 2008. Stando ai calcoli, l’anno che si avvia a terminare verra’ chiuso con introiti pari a 127 milioni, ossia 6 milioni e il 5% in piu’ del 2009. Cui vanno ad aggiungersi i 6 milioni fatturati da La7d, il nuovo canale giovane e femminile, lanciato lo scorso marzo. Secondo quanto riportato da ItaliaOggi, nella somma dei 378 milioni previsti entro la fine del 2011, rientrerebbero tutti i milioni fatturati da La7, piu’ la meta’ di quelli fatturati dalla nuova emittente La7d, per il 2010 e il 2011. Cio’ vuol dire che – stando ai calcoli del quotidiano economico – i 121 milioni del 2009 e i 127 (piu’ sei) del 2010, sommati fanno 248 milioni. Siccome si prevede che La7d fatturera’ 8 milioni nel 2011 (nel calcolo rientra solo la meta’ di tale cifra, quindi 4 milioni), entro la fine dell’anno nuovo basteranno ulteriori 123 milioni di raccolta per raggiungere l’obiettivo e ottenere il rinnovo della concessione: un gruzzolo, tutto sommato, non difficile da raggranellare, visto il trend positivo. Con ogni probabilita’, percio’, Cairo sara’ il concessionario pubblicitario di La7 almeno fino al 2014, rafforzando la propria presenza sul mercato televisivo, divenuto ormai preponderante e fondamentale per il suo Gruppo. (G.M. per NL)
printfriendly pdf button - Tv. Cairo Communication e La7. Il matrimonio va a gonfie vele: vicino il rinnovo della concessione per il triennio 2012-2014