Tv caso RAI-SKY, Federconsumatori e Adusbef: aumentano i disagi per i telespettatori. Richiesta di urgente incontro con le direzione delle emittenti

"Continuano a pervenire numerosissime segnalazioni da parte dei cittadini danneggiati dall’oscuramento dei programmi Rai tramite il servizio satellitare. La situazione si aggrava di giorno in giorno, in concomitanza con il progressivo passaggio alla nuova piattaforma digitale ed al crearsi di vere e proprie zone d’ombra non coperte dal segnale digitale terrestre ed ora impossibilitate alla ricezione di tali programmi attraverso la piattaforma Sky", scrivono Federconsumatori e Adusbef. "A rimetterci maggiormente, non bisogna dimenticarlo, sono gli utenti, sia in termini economici (continuando a pagare il canone o un abbonamento non più conforme con quanto pattuito originariamente), ma soprattutto in termini di servizio, svolgendo la Rai un fondamentale ruolo di servizio pubblico (che, in verità, andrebbe migliorato sia dal punto di vista quantitativo che, in special modo, da quello qualitativo). Oltre ad un determinato intervento dell’AGCOM a tutela dell’utenza, per porre fine al più presto a questa situazione intollerabile, Federconsumatori ed Adusbef hanno richiesto un urgente incontro alle direzioni di RAI e SKY, prima di mettere in campo contenziosi giudiziari al fine di difendere diritti degli utenti, a partire da quello fondamentale all’informazione", concludono le rappresentanze dei consumatori.
printfriendly pdf button - Tv caso RAI-SKY, Federconsumatori e Adusbef: aumentano i disagi per i telespettatori. Richiesta di urgente incontro con le direzione delle emittenti
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv caso RAI-SKY, Federconsumatori e Adusbef: aumentano i disagi per i telespettatori. Richiesta di urgente incontro con le direzione delle emittenti

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO