Tv del domani, tra alta definizione e nuove tecnologie. “Da Zero A 4K: Dieci, Cento, Mille Schermi” a Saint Vincent il 9 e 10 maggio

Grande interesse per “Da Zero a 4K: dieci, cento, mille schermi”. L’edizione 2013 dell’HD Forum Conference, il più importante appuntamento italiano dedicato all’Alta Definizione che si svolgerà il 9 e 10 maggio al Centro Congressi del Saint Vincent Resort & Casino, conta già più di 200 accrediti nelle preregistrazioni.

Alla conferenza saranno presenti i principali soggetti istituzionali e industriali – produttori, fornitori e aggregatori di contenuti, broadcaster, operatori di rete, istituti e laboratori di ricerca, costruttori e distributori di apparati – per confrontarsi sugli obiettivi che nei prossimi mesi saranno al primo posto nell’agenda di chi opera nel comparto televisivo e audiovisivo. I maggiori player nazionali e mondiali, direttamente coinvolti nelle declinazioni presenti e future dell’HD, parteciperanno con una propria area demo: Eutelsat, Marlin Drm, Ses, Sisvel Technology come Gold Sponsor; LG Electronics, RAI, Sony, Samsung e Tivù, come Silver Sponsor. Si tratta di supporter che in diversi campi – dalla trasmissione alla realizzazione di contenuti, dalla produzione di apparecchi di ricezione allo sviluppo di nuove tecnologie e di standard condivisi – hanno dato un contributo fondamentale allo sviluppo dell’audiovisivo e della televisione in particolare. La nuova frontiera della Tv del futuro è l’Ultra HD o 4K, sigla che indica, in ambito televisivo, una risoluzione di quasi quattromila pixel orizzontali. Vale a dire una definizione quattro volte superiore a quella di un televisore full HD. Il tema è il fulcro della conferenza che analizzerà scenari presenti e futuri di questa tecnologia ormai prossima ad entrare anche nelle case degli italiani, in un momento in cui la televisione è pronta a rinnovarsi coniugando ad una grande offerta una grande qualità dei contenuti ma anche delle immagini. «Rispetto ad una prospettiva che lasciava intendere lo sviluppo del 4K ed oltre nel futuro prossimo, lo scenario attuale sembra indicare un’evidente accelerazione da parte della filiera; costruttori di sistemi di produzione e apparati di ricezione, società service, operatori delle telecomunicazioni e produttori di contenuti, si stanno attivando proficuamente per non arrivare di nuovo in ritardo, come accaduto con la televisione HD, a questo importante appuntamento», sottolinea Benito Manlio Mari, Presidente dell’HD Forum Italia e direttore del Media Business per Sony Europe. «Da zero a 4K”, indica il passaggio dallo zero, ovvero dall’analogico, al digitale nei suoi vari stadi evolutivi sino all’Ultra Alta Definizione (4K) con il progressivo ingresso sul mercato di televisori capaci di offrire una user experience attraverso immagini straordinariamente definite mentre l’altra metà del titolo, “dieci, cento, mille schermi”, è riferita invece alla proliferazione delle modalità di fruizione dei contenuti video su Tablet e Smartphone anche in mobilità», spiega Marco Pellegrinato, VicePresidente di HD Forum Italia e direttore Ricerca & Progettazione Tecnica di Mediaset. Il convegno accoglie gli esperti di tutte le nuove modalità di “vision”: massimi professionisti del settore che chiariranno funzionalità e scenari della televisione, dei media e della comunicazione del presente e del prossimo futuro. Ospiti d’eccezione sono Phil Laven, Chairman DVB Project, Keynote Speaker di apertura della Conferenza con il suo intervento dal titolo “DVB Project compie 20 anni: origini, successi, errori, conquiste. What’s next?” e Leonardo Chiariglione, fondatore di MPEG Group. Phil Laven traccerà un percorso evolutivo su come il DVB Project sia stato responsabile del continuo sviluppo della TV digitale in questi 20 anni di attività, con uno sguardo personale ai futuri sviluppi della televisione mentre Chiariglione presiederà i lavori dell’Innovation Workshop, un convegno nel convegno che con il keynote speech dal titolo “Un quarto di secolo di MPEG: uno sguardo al futuro ricordando il passato”, svelerà alla platea l’essenza di formidabili tecnologie come HEVC, DASH, CENC, divenute standard internazionali. La Valle d’Aosta è stata scelta quale sede del meeting per sottolineare il grande cambiamento avvenuto in Italia negli ultimi sette anni, iniziato proprio in questa regione, primo sito nazionale a migrare alla TV digitale terrestre. Proprio in queste settimane la Rai sta testando nella regione le tecnologie di ultima generazione per la trasmissione di programmi in Alta Definizione e 3D, confermando il suo impegno pluriennale verso l’innovazione. «In particolare – spiega Luigi Rocchi, direttore strategie tecnologiche e vicepresidente di HD Forum Italia – è in corso una prova del sistema digitale terrestre di seconda generazione DVB-T2 con diverse tipologie di contenuti per ricezione fissa e mobile 3D e HD, sia 2K che 4K, codificati anche con il nuovo standard HEVC (High Efficiency Video Coding, ndr) e con audio multicanale 5.1». L’evento, promosso da HD Forum Italia, associazione di filiera nata nel 2006, risponde all’esigenza di creare un’occasione di confronto e condivisione tra i player del mercato della televisione digitale sulle diverse piattaforme, per interpretare il futuro della televisione. Un futuro che con l’avvento dei televisori a 4K, che nel 2013 arriveranno sul mercato italiano con un anticipo di ben 4 anni rispetto alle previsioni, sembra essere più che promettente. L’annuncio dei produttori di un entry level per gli Ultra HD in linea con quello del top della gamma dei 2K attualmente presenti nel mercato ha di fatto permesso di accelerare i tempi. In questo contesto HD Forum Italia si trova in prima fila nel tracciare la rotta dell’innovazione tecnologica degli anni a venire. (E.G. per NL)
 
printfriendly pdf button - Tv del domani, tra alta definizione e nuove tecnologie. “Da Zero A 4K: Dieci, Cento, Mille Schermi” a Saint Vincent il 9 e 10 maggio