Tv digitale, crescita del 12% nei prossimi due anni

La crescita sarà sostenuta dall’approssimarsi del passaggio dall’analogico al digitale previsto negli Stati Uniti il prossimo febbraio e, sul Vecchio continente, entro il 2012


Digital Sat.it

La televisione digitale vede in rosa il suo futuro. Forte incremento di pubblico assieme a un aumento e una diversificazione dei contenuti offerti saranno i binari di sviluppo della dtv (dall’inglese digital television) per i prossimi due anni, secondo le previsioni della ricerca Western european and Us digital tv adoption 2008, redatta dalla società di ricerche di mercato Datamonitor.

La crescita, in particolare, manterrà un tasso medio del 12% l’anno, sostenuta dall’approssimarsi del passaggio dall’analogico al digitale previsto negli Stati Uniti il prossimo febbraio e, sul Vecchio continente, entro il 2012.

Se erano 158 milioni le famiglie negli Usa e nell’Europa occidentale che hanno seguito nel 2007 programmi tv in digitale, nelle stesse aree geografiche il dato dovrebbe salire fino a quota 274 milioni, sempre entro il 2012. Sempre alla fine del 2007, il 54% delle case europee e d’Oltreoceano usufruivano di almeno un servizio digitale per la televisione. Nei prossimi 4 anni, sarà l’88% delle abitazioni a richiederne l’attivazione.

A giudizio di Datamonitor, l’andamento della crescita non sarà comunque costante, ma potrebbe registrare dei picchi anche a ridosso degli switch-off programmati, circa 12 o 24 mesi prima. A sostegno della televisione digitale dovrebbero intervenire anche la diffusione del digitale terrestre (dtt) e gli interventi delle singole Authority nazionali, volti a facilitare l’ampiamento dello spettro tv utilizzabile.

Le sole famiglie utenti del digitale terrestre (sempre tra Europa e Usa) saliranno dai 26 milioni ai 55 milioni nel 2012, mantenendo un tasso di crescita medio del 16%. Con il digitale terrestre, anche il digitale via cavo si confermerà una delle piattaforme preferite, con un aumento di clienti da 50 milioni. Del 28% sarà, invece, la crescita dell’lptv (il piccolo schermo collegato a internet), fino ad arrivare entro il 2012 a toccare la soglia dei 23 milioni di famiglie coinvolte. Più contenuto lo stesso dato previsto per le offerte satellitari, che seguiranno un trend al rialzo del 5,5% e conquisteranno altri 20 milioni di famiglie, per un totale di 86 milioni di case.

Video on-demand, servizi ad hoc su voce e dati, sempre secondo la ricerca Datamonitor, con una copertura on-line a 360 gradi e più contenuti saranno i pilastri delle offerte delle singole emittenti per fidelizzare i nuovi telespettatori.

Articolo tratto da “Italia Oggi” (20/08/08)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv digitale, crescita del 12% nei prossimi due anni

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL