Tv ed editoria. Cairo: -20,5% utile I trim (3,77 mln), piano ristrutturazione per La 7. Target: contenere perdite già nel 2013

Cairo Communication ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi consolidati in calo del 23,8% a 67,5 milioni, a causa dell’andamento del mercato pubblicitario, un ebitda a 5,8 milioni (-22,6%) e un utile netto in flessione del 20,5% a 3,77 milioni.

La posizione finanziaria netta e’ positiva per 68,7 milioni (61,2 milioni). In merito all’acquisizione di La7 srl da TiMedia ufficializzata il 30 aprile, il gruppo spiega che l’attuale situazione economica di La7 "comporta la necessita’ di dar corso a un piano di ristrutturazione, volto alla riorganizzazione e semplificazione della struttura aziendale e alla riduzione dei costi, preservando l’alto livello qualitativo del palinsesto". Cairo "si impegnera’ in un piano di ristrutturazione della societa’, con l’obiettivo di contenerne gia’ nel 2013 le perdite e di perseguirne il turnaround", secondo le seguenti linee guida: "conferma della attuale linea editoriale e dei programmi che rappresentano i punti di forza della rete; contenimento dei costi, intervenendo in particolare sulle voci di spesa improduttive e per recuperare efficienza; valorizzazione del target altamente qualitativo degli ascolti di La7, per mantenere e sviluppare l’elevato livello dei ricavi pubblicitari in considerazione del generale andamento del mercato". "L’evoluzione della situazione generale dell’economia potrebbe condizionare il pieno raggiungimento di questi obiettivi", conclude la societa’. (Radiocor)
printfriendly pdf button - Tv ed editoria. Cairo: -20,5% utile I trim (3,77 mln), piano ristrutturazione per La 7. Target: contenere perdite già nel 2013