Tv locali, Puglia: Assostampa, no a deroghe su obblighi occupazionali

L’Associazione della Stampa di Puglia esprime, in una nota, soddisfazione per l’attivazione del tavolo da parte del Prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, per affrontare la difficile situazione dei giornalisti e degli addetti dell’emittenza locale.

La crisi economica non puo’ diventare un alibi per sottrarsi agli obblighi retributivi e contributivi previsti dalla legge. In questo senso e’ auspicabile che il governo regionale respinga il tentativo, gia’ messo in atto trasversalmente da taluni editori, di incassare i contributi per il passaggio al digitale terrestre, ignorando la clausola occupazionale, prevista nel bando. Il sindacato dei giornalisti pugliesi, prosegue la nota, ribadisce la propria contrarieta’ a qualsiasi forma di sostegno pubblico non ancorato alla salvaguardia dei livelli occupazionali. La clausola inserita nel bando per i contributi per il passaggio al digitale terrestre e’ il risultato di una precisa scelta politica del Governo regionale, che il sindacato ha condiviso e sostenuto. La cancellazione della clausola occupazionale , conclude la nota dell’Assostampa pugliese, segnerebbe il ritorno al "medioevo" della contribuzione a pioggia, un fenomeno che ha drogato il settore dell’emittenza locale, provocando danni e storture per le quali adesso rischiano di pagare soltanto i lavoratori. (AGI)
 
printfriendly pdf button - Tv locali, Puglia: Assostampa, no a deroghe su obblighi occupazionali
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv locali, Puglia: Assostampa, no a deroghe su obblighi occupazionali

Non perdere le novità dei settori radiotelevisivo, editoriale e delle telecomunicazioni

Gratis la newsletter di NL