Tv locali: sempre più in difficoltà, come conferma il caso emiliano

Le emittenti locali continuano a soffrire della situazione di crisi, non godendo dei capitali e dei privilegi a vario titolo delle nazionali. E’ emblematico il caso dell’Emilia, con la chiusura di Antenna 1 e le difficoltà di Teleducato.

Grandi cambiamenti in questo inizio anno per l’etere emiliano, c’è chi chiude e chi si espande. Quanto alle uscite di scena, si registra quella di Antenna 1, storica stazione modenese. In realtà, la chiusura dell’emittente era stata già oggetto di discussione a fine 2013, ma si è concretizzata solo ora, a causa degli ultimi anni costellati da difficoltà economiche significative e dopo che non sono andate in porto le trattative per avviare i contratti di solidarietà per i dipendenti, pare a causa di un diniego da parte dei sindacati (non è però da escludere un possibile ritorno on air in extremis, come diremo innanzi). Riparte proprio oggi, invece, il telegiornale realizzato dalla Reggiana Teletricolore, a seguito di una nuova riunione in regione sulla crisi del gruppo editoriale E’ Tv di Nino Spallanzani e diretto da Giovanni Mazzoni. In soccorso del gruppo pare dovrebbe arrivare un gruppo di cooperative, che, secondo indiscrezioni, acquisterebbe i diritti d’uso DTT concedendo nel contempo capacità trasmissiva, stando ad un’ipotesi accreditata, a Teletricolore ed alla stessa Antenna 1 (che così potrebbe tornare in onda). A completare il quadro emiliano, c’è la questione del gruppo Telemec (Teleducato) che ha deciso, in un’assemblea soci dello scorso 30 ottobre (come si legge in un comunicato stampa), di ristrutturare i propri asset per riuscire a garantire la sopravvivenza dell’azienda. A questo fine, il gruppo si è visto costretto a cessare l’attività “di produzione di servizi di media audiovisivi di tutti i canali televisivi” e a mettere sul mercato i marchi/palinsesti di Teleducato Parma e Teleducato Piacenza (con gli appetibilissimi LCN 11 e 12), proseguendo meramente con l’attività di operatore di rete. Le difficoltà del settore, insomma, sono sempre più evidenti nel tempo e allora, probabilmente, sarebbe necessario un intervento significativo per rimettere in salute l’ambito locale che soffre sempre di più. (E.V. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv locali: sempre più in difficoltà, come conferma il caso emiliano

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL