Tv. Pay-per-view: Google entra nel mercato con YouTube

Era chiaro a tutti che Google non potesse arrivare in ritardo nel mercato televisivo pay-per-view. E, infatti, stando a quanto riportato qualche giorno fa dal Financial Times, YouTube sarebbe pronto all’imminente battesimo nel settore, con un servizio di noleggio di film in streaming (al pari di Netflix, per rendere l’idea) scelti tra i tradizionali blockbuster e nuove uscite dvd.

Naturalmente il servizio sarà disponibile in un primo momento solo entro i confini degli States e verrà poi esteso al resto dei paesi raggiunti da YouTube (in alcuni altri – pochi – YouTube è oscurato per via di problemi governativi, come per esempio nella Repubblica popolare cinese). YouTube pay-per-wiev sarà naturalmente integrato un tutti i televisori con Google Tv installato (quali, ad esempio, la nuova generazione di Sony Bravia in uscita quest’inverno) diventando così un legittimo rivale di iTv, il decoder di Apple pronto al lancio di un’offerta analoga su sistemi operativi diversi. Si vocifera inoltre che la visione di un film potrebbe costare circa 5 euro. A quanto pare si sta avvicinando sempre più il momento in cui la diffusione di film, serie tv e altro sul televisore, dal web, diventerà un servizio tanto popolare da scardinare gli assiomi della televisione tradizionale (già in seria crisi da tempo). Del resto, come sta accadendo anche per La7, la convergenza tra tv e internet risulta ormai obbligatoria, indispensabile e irrinunciabile. (M.M. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv. Pay-per-view: Google entra nel mercato con YouTube

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL