Tv, pubblicità: Publitalia chiude il 2014 a -3,7%, ma guarda ad un 2015 col segno positivo

Il 2015 è promettente, ma la ripresa degli investimenti pubblicitaria è ancora molto timida, perlomeno per la tv (per la radio le aspettative sono superiori).

Le grandi concessionarie, quindi si stanno regolando di competenza. Publitalia, concessionaria captive delle reti Mediaset (che non è riuscita a recuperare col favorevole fine anno il disastroso primo semestre 2014, chiudendo a -3,7%), per esempio, ha deciso di mantenere invariati i listini per la primavera rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e ciò in particolare conseguenza del positivo riscontro degli indici di ascolto, che hanno premiato le reti del Biscione. Tra le formule promozionali per stare sul mercato, è stata confermato lo sconto del 10% per il periodo pasquale ed il modulo intrattenimento articolato in “pacchetti” prodotti del day time di Canale 5 e Italia 1, in luogo della singola collocazione sul mercato. (E.G. per NL)
printfriendly pdf button - Tv, pubblicità: Publitalia chiude il 2014 a -3,7%, ma guarda ad un 2015 col segno positivo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv, pubblicità: Publitalia chiude il 2014 a -3,7%, ma guarda ad un 2015 col segno positivo

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO