USA, radio: i pirati FM che insegnavano a piegare la bandana

(Radio Passioni) – La fame bulimica di notizie curiose spinge i nostri giornali e i siti Web a buttarsi sui flash di agenzia più improbabili, quelli per i quali pensavo di essere praticamente il solo a nutrire un qualche interesse. L’altra sera per esempio ho letto su diversi siti italiani della stazione pirata che in Florida trasmetteva, illegalmente, informazioni rivolte alle bande di malfattori locali e consigli su dove spendere in droga e prostitute. Una notizia che era stata battuta in tutto il mondo da Associated Press e che in effetti risulta abbastanza divertente – e inquietante – così come è stata rilasciata.
La stazione non autorizzata trasmetteva da Orlando e visto che mi è capitato di visitare questa città della Florida centrale per partecipare a una convention e ho pensato di approfondire andando a leggermi la storia riportata dall’Orlando Sentinel, il quotidiano locale (lo ricordo bene, lo leggevo a colazione, in hotel, in un rituale sempre piacevole di fugace ma partecipata immersione nella cronaca locale dei vari posti attraversati). Orlando è uno dei posti meno probabili in cui mi sia capitato di trovarmi. Una città che ti appare come una ripetitiva, piatta, interminabile periferia di se stessa, dove un punto cardinale vale l’altro, umida, piena di acquitrini. E’ un posto molto famoso perché è la sede di uno dei theme park Disney più visitati, il mondo in miniatura di Epcot. Nel comprensorio della contea ci sono moltissimi altri parchi a tema, incluso quello con i vagoncini che sfrecciano tra gli alligatori, vivi (non l’ho visitato). Aprendo il sito Web dell’Orlando Sentinel mi accoglie lo strillo del pezzo con la recensione dei migliori ottovolanti della zona (bellissime le foto, meritano il vostro click). Ce ne sono quasi due dozzine, di roller coaster, e molti di loro devono essere stati costruiti di recente perché non ricordo di aver letto queste cifre a suo tempo. L’altra grossa attrazione naturalmente è Cape Canaveral, che però è sulla costa, saranno cento chilometri.
Diciamoci la verità, se non sei un pensionato poco abbiente, un turista di bocca buona o uno snob che si sente attratto dalla cultura trash-suburbana americana, a Orlando faticheresti a trascorrere qualche ora, figuriamoci una vita intera. La storia della stazione pirata individuata dalla polizia e dalla FCC a un indirizzo della 30esima strada, vicino a un grande highway junction, fa molta tenerezza. Dopo settimane di appostamento in frequenza, la FCC riesce a individuare, nascosta tra gli alberi intorno all’abitazione, l’antenna di "Streat Heat", emittente (presumo FM) assolutamente non autorizzata. Il cavo dell’antenna conduce alla stanza da letto di Christopher Robert Roth, il deejay pirata, la persona arrestata venerdì scorso verso le 21 locali insieme a Balthazard Senat, l’altro pericoloso criminale dell’etere. Sembra che la coppia diffondesse pericole dritte sull’acquisto di droga e servizietti di natura sessuale, oltre offrire alle bande di delinquenti preziosi consigli su come… piegare una bandana. Insomma, anche un bambino capirebbe che Chris e Balt con la loro antennina sull’albero si divertivano a sparare un mucchio di cazzate in banda FM, senza licenza. Non dico che non sia un reato grave (spesso questi pirati occupano frequenze pericolosamente vicine alla banda areonautica e possono interferire con il traffico radio degli aeroporti). Ma è difficile immaginarsi i due arrestati come pericolosi capimafia: i "pizzini" di Provenzano erano molto più seri. Negli Stati Uniti questi scherzetti costano caro, in multe salatissime e mesi di galera. Confido che i giudici siano clementi. Se hanno avuto la fortuna di visitare Orlando, lo saranno di sicuro vedrete.

Cops shut down pirate radio station that broadcast information on gangs, prostitution
From OrlandoSentinel.com staff reports
March 7, 2009

ORLANDO, Florida – A pirate radio station broadcasting from south Orlando that officials say announced information on criminal gangs and promoted where to buy drugs was shut down last night, and two men have been arrested.
The pirate radio station, dubbed "Street Heat," broadcasted live advertisements referencing gangs, promoted where to buy illegal narcotics or solicit prostitution and offered gang-related advice such as how to fold a "flag," or bandanna, according to the Orange County Sheriff’s Office.
A two-week investigation by the sheriff’s office’s gang unit and the Federal Communications Commission found that radio signals were emanating from an antenna mounted in a tree behind a residence on 30th Street in Orlando. FCC investigators found a cable from the antenna and traced it entering a window on the northwest side of the home.
FCC records show no license had been issued for the operation of a broadcast station at the residence.
An Orange County SWAT team executed a search warrant at the home just before 9 p.m. Friday night. Balthazard Senat and Christopher Robert Roth were arrested and charged with unauthorized transmission and possession of cannabis with intent to deliver. Roth was identified as a DJ for the pirate radio station, which was operating out of his bedroom.

printfriendly pdf button - USA, radio: i pirati FM che insegnavano a piegare la bandana