Web tv. Treccani lancia la sua e si prepara ad approdare ad iPhone e iPad

"In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Treccani ha deciso di rinnovare il proprio portale per riproporre l’enciclopedia e i suoi temi all’attenzione di tutti gli italiani.

A presentare il nuovo progetto è l’amministratore delegato Francesco Tatò, che ha sottolineato come questa iniziativa rappresenti il passaggio dall’enciclopedia italiana all’enciclopedia degli italiani”. Sono queste le parole con cui la redazione sintetizza il processo di innovazione che ha travolto il portale Treccani.it. Si tratta di un passaggio obbligato, ma che per l’Istituto ha assunto una forma esclusiva e, naturalmente, elegante. La web tv raccoglie, infatti, video-interviste dedicate a temi culturali e sociali di spessore, ordinati non per click (e quindi, non per popolarità), ma per importanza, allo scopo di sottolineare la matrice scientifica che si cela dietro le ricerche dei professionisti che operano per Treccani sul web. I contenuti video archiviati su Treccani.it sono divisi per numerose categorie tematiche, ma è possibile farne una ricerca anche per esperti, così selezionando il proprio professionista preferito. Inoltre, la veste del sito è cambiata, risultando più moderna, essenziale e leggibile, con grande favore del pubblico di iscritti alla community del portale enciclopedico, che ha riscontrato subito comodità e semplicità di fruizione dei contenuti in questa nuova veste. L’esperienza di web tv Treccani è considerevole anche (e forse soprattutto) dal punto di vista della qualità editoriale dei contenuti: sempre più spesso, infatti, capita di trovare in rete delle validissime alternative alla tv tradizionale che, nell’attuale era di tv on demand (che ancora non ha raggiunto il suo massimo splendore, ma ci è molto vicina) potrebbero meritare posizioni rilevanti tra i canali tematici DTT o satellitari (provare per credere). Sicuramente non è il caso della comunità Treccani che, decisa a perseguire uno dei suoi scopi primari (rivolgersi comunque, almeno online, ad un pubblico di utenti internettiano esclusivo), trova in internet il mezzo più sicuro per non confondersi con prodotti di scarso livello. Ma l’evoluzione tecnologica risulta obbligatoria per tutti. Oggi per Treccani si parla di community e web tv; ma è già stato annunciato un prossimo sbarco sui dispositivi mobili e connessi di Apple, iPhone e iPad, nella veste di applicazione destinata alla consultazione di lemmi, video di approfondimento e notizie legate alla comunità scientifica, sociale e culturale che architetta tutte le attività online di Treccani.it. (M.M. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Web tv. Treccani lancia la sua e si prepara ad approdare ad iPhone e iPad

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL