2008 senza stravolgimenti per Rcs Mediagroup

Il CdA approva il bilancio del 2007 con un utile sostanzialmente invariato. Confermata la direzione del “Corriere”


Si profila un 2008 senza patemi per Rcs Mediagroup, velato di un cauto ma coinvolgente ottimismo. Siglato l’accordo d’acquisizione della società editrice spagnola Recoletos (che edita, tra gli altri, il quotidiano filo conservatore “El Mundo”), il 2007 del gruppo si è chiuso con l’approvazione del bilancio: utile invariato a quota 219,5 milioni e distribuzione tra gli azionisti di un dividendo pari a 0,13 euro per ogni azione risparmio e 0,11 euro per ogni azione ordinaria. “Ci aspettiamo un 2008 in crescita complessiva – ha dichiarato Antonello Perticone (foto), amministratore delegato del gruppo – ma abbiamo già comunicato con grande chiarezza che, visto l’andamento dei mercati, la prudenza è d’obbligo”. Già, perché nei primi tre mesi dell’anno, a causa delle elezioni politiche in Italia e Spagna, gli investimenti pubblicitari hanno subito un netto calo. La prima trimestrale, comunque, verrà approvata il prossimo 12 maggio.
Il presidente Piergaetano Marchetti ha, poi, ribadito la fiducia condizionata a Paolo Mieli, confermandolo alla direzione del “Corrierone” fino alla scadenza del Consiglio d’Amministrazione, prevista per l’aprile del prossimo anno. Non perfettamente d’accordo con questa scelta, invece, Anna Stazzera, presidente dell’assemblea del gruppo editoriale, nonché delegata della finanziaria Pandette, secondo azionista dopo Mediobanca con il 10,818%. “Chiedo al Consiglio d’Amministrazione se intende in questo esercizio utilizzare la delega per l’aumento di capitale”, ha dichiarato Stazzera, sottolineando, inoltre, “il calo della diffusione della principale testata, il Corriere della Sera”. Ottimismo sì, quindi, ma cauto. (Giuseppe Colucci per NL)

Send Mail 2a1 - 2008 senza stravolgimenti per Rcs Mediagroup

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL