TV: addio a Giulio Macchi, spiegò la scienza agli italiani

(ANSA – di Silvia Lambertucci) – Il pubblico televisivo degli anni Sessanta e Settanta ricorda Giulio Macchi, morto a 91 anni stamattina nella sua casa romana, per la popolarità di trasmissioni di informazione che hanno fatto la storia della televisione pubblica, come Orizzonti della Scienza e della Tecnica e Habitat, con le quali portò nelle case degli italiani, rendendo quei temi accessibili a tutti, grandi medici, scienziati, ingegneri e urbanisti.

MSE-Com: prima faccina rossa. Per la vergogna

Recita l’art. 30 D. Lgs 177/2005 (T.U. Radiotelevisione): “L’installazione e l’esercizio di impianti e ripetitori privati, destinati esclusivamente alla ricezione e trasmissione via etere simultanea ed integrale dei programmi radiofonici e televisivi diffusi in ambito nazionale e locale, sono assoggettati a preventiva autorizzazione del Ministero (…)

La macchina della memoria per gli archivi audiovisivi

WP2 diagram v3 - La macchina della memoria per gli archivi audiovisivi
(Radio Passioni) – Qualche giorno fa, presso la sede torinese della RAI dove è anche allestito il museo della radiotelevisione, si è tenuto un convegno di presentazione del progetto PrestoPRIME, una ambiziosa collaborazione europea mirata alla conservazione del patrimonio audiovisivo delle varie nazioni e alla creazione di una "macchina della memoria".