Bando MSE attribuzione numerazione automatica per canali in DVB-T: entro domani presentazione delle domande nelle aree di prossima digitalizzazione

Scadrà domani il termine ultimo per trasmettere al Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni la domanda per concorrere all’assegnazione automatica della numerazione per i marchi/palinsesti diffusi o che saranno diffusi sul digitale terrestre.

Il bando emanato dal MSE lo scorso 11 agosto prevede infatti che, in vista del prossimo switch – off che interesserà le Regioni Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, i soggetti ivi operanti, autorizzati alla fornitura di servizi di media audiovisivi ai sensi della Delibera 435/01/CONS o che abbiamo presentato, entro il 10/09/2010, domanda per ottenere tale autorizzazione, sono tenuti a presentare la domanda di attribuzione della numerazione entro il 20/09/2010. Precisamente, è prescritto che l’istanza deve pervenire al Ministero dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 entro il predetto termine, tramite consegna a mano ovvero corriere o posta raccomandata o assicurata, previa anticipazione via e-mail all’indirizzo: lcn@sviluppoeconomico.gov.it. Sulla busta si dovrà indicare la denominazione del soggetto richiedente accompagnata dalla dicitura “Domanda di partecipazione alla procedura per l’assegnazione della numerazione in ambito (locale o nazionale, ndr) …” con indicazione della regione o delle regioni nelle quali si vuole concorrere all’assegnazione. In alternativa alla spedizione postale, è prevista la possibilità dell’invio mediante posta elettronica certificata all’indirizzo com.scer.div3@pec.sviluppoeconomico.gov.it. Il bando stabilisce che i soggetti operanti in ambito locale, aventi titolo per la presentazione della domanda, debbano inoltrare una domanda per ogni marchio diffuso in tecnica digitale, incluso il marchio/palinsesto trasmesso in simulcast, nonché per ogni regione di diffusione, mentre i fornitori di servizi di media audiovisivi in ambito nazionale sono tenuti a presentare, per ciascun marchio, un’unica domanda per tutte le regioni interessate dal bando. Tra queste è incluso anche il Piemonte che, anche se passato in via definitiva al digitale terrestre nell’area Orientale, è stato incluso nell’ambito del bando relativo alle aree da digitalizzare, in quanto il Ministero assegnerà la numerazione ai soggetti ivi operanti secondo un’unica procedura. Tra gli elementi da dichiarare ed indicare nella domanda figura il marchio/palinsesto per il quale si richiede l’attribuzione del numero, il multiplex sul quale viene diffuso, la modalità e l’ambito di diffusione, la tipologia, nonché “l’eventuale presenza nell’intera programmazione di programmi rivolti ad un pubblico di soli adulti, ivi compresi quelli contenenti la promozione di servizi telefonici a valore aggiunto del tipo messaggeria vocale, hot-line, chat-line, one-to -one e similari”. Le emittenti locali, titolari di più autorizzazioni per fornitore di servizi di media audiovisivi o che abbiano presentato più domande di autorizzazione, sono tenute anche ad indicare il numero d’ordine di priorità nell’attribuzione del numero tra gli archi di numerazione cui hanno diritto. I fornitori di servizi di media audiovisivi titolari di canali a diffusione nazionale in chiaro dovranno inoltre dichiarare la data di avviamento del programma in tecnica digitale terrestre, il dato di ascolto medio giornaliero o equivalente conseguito dal 01/04/2010 al 30/06/2010 con relativa fonte di rilevazione, nonché se il canale è irradiato da un soggetto che ha avuto accesso – sensi della Delibera Agcom n. 645/07/CONS – al 40% della capacità trasmissiva delle reti digitali terrestri. Ciò in quanto il Ministero – previa valutazione del relativo genere di programmazione (semigeneralisti, bambini e ragazzi, informazione, cultura, sport, musica e televendite) – assegnerà la numerazioni di questi canali sulla base della data avviamento del programma e del suddetto dato di ascolto, attribuendo ai due criteri un valore rispettivamente pari al 50%, con particolare riguardo ai canali irradiati dai soggetti che hanno avuto accesso al 40% della capacità trasmissiva delle reti digitali terrestri. Alla domanda andrà allegato anche il palinsesto tipo del mese di giugno 2010. (D.A. per NL)
 
 
 
printfriendly pdf button - Bando MSE attribuzione numerazione automatica per canali in DVB-T: entro domani presentazione delle domande nelle aree di prossima digitalizzazione