Brauchil nuovo direttore del “Wall Street Journal”, altro passo verso la digitalizzazione dell’informazione

Dopo l’annuncio dell’editore del “New York Times”, anche il “Wall Street” avviato verso il passaggio di consegne dalla stampa al web


Morto un papa se ne fa un altro, ma morto un “mostro sacro” (si fa per dire, intendiamo solo in termini professionali) che si fa? Si rinnova. E’ quanto accaduto al “Wall Street Journal”, ammiraglia dell’informazione economica americana, dopo l’addio obbligato (per raggiunti limiti d’età) dell’ex direttore Paul Steiger, vera e propria icona del giornalismo statunitense, il quale ha ceduto il testimone al suo ex vice Marcus Brauchil. Brauchil, 45 anni, dieci dei quali spesi in giro per il mondo in qualità di inviato del suo giornale (Hong Kong, Giappone, Cina, Russia), grandissimo esperto di internet, non è il più giovane direttore della storia del quotidiano ma ci si avvicina molto. Acclamato dalla gran parte dei suoi colleghi, l’ex vice direttore ha dato loro subito un dispiacere: il giornale non andrà più in edicola soltanto per cinque giorni alla settimana ma uscirà anche il sabato. E poi, grande spazio alla versione sul web (esiste già una versione a pagamento in rete), senza trascurare, per lo meno per i primi tempi, quella cartacea. Ecco la sua prima dichiarazione da direttore: “Questa è la civiltà dell’informazione. La carta stampata conserverà il suo ruolo ma dobbiamo essere pronti a sfruttare tutti inuovi canali con cui l’informazione si trasmette e si trasmetterà. Abbiamo il vantaggio che il mondo degli affari si internazionalizza sempre di più”. Per il momento, quindi, la versione cartacea continuerà ad esistere, ma è tutt’altro che un’ipotesi la possibilità di seguire la strada tracciata dal “New York Times”. Il futuro è lì. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Brauchil nuovo direttore del “Wall Street Journal”, altro passo verso la digitalizzazione dell’informazione

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL