Calunnia -I rapporti tra il proscioglimento dell'”incolpato” e la posizione del presunto calunniatore

Cassazione penale Sentenza, Sez. VI, 18/06/2007, n. 23731 – S. in proc. S


di Giuseppe Amato, sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica di Roma
da Il Quotidiano Giuridico – Quotidiano di informazione e approfondimento giuridico N 2/7/anno 2007
La sussistenza della calunnia non è automaticamente deducibile dal proscioglimento dell’incolpato, neppure se coperto dal giudicato.
(Cassazione penale Sentenza, Sez. VI, 18/06/2007, n. 23731 – S. in proc. S.)

printfriendly pdf button - Calunnia -I rapporti tra il proscioglimento dell'"incolpato" e la posizione del presunto calunniatore