Cassazione: accolto ricorso Bonolis, la salute dei vip non si mette in piazza

Lo stop arriva dalla Cassazione che, una volta per tutte, chiarisce che anche in base alla giurisprudenza comunitaria esiste una ”tutela rigida ed incompressibile dei dati personali relativi alla salute”


Studio Cataldi Newsletter 15 – 21 Aprile 2008

Roma, 17 apr. – (Adnkronos) – La salute dei vip, come pure quella dei loro famigliari, non si mette in piazza. Lo stop arriva dalla Cassazione che, una volta per tutte, chiarisce che anche in base alla giurisprudenza comunitaria esiste una ”tutela rigida ed incompressibile dei dati personali relativi alla salute” per cui ”i dati idonei a rivelare lo stato di salute non possono essere diffusi”. In questo modo la terza sezione penale della Cassazione (sentenza 16145) ha accolto un ricorso presentato da Paolo Bonolis e dalla moglie Sonia Bruganelli, ai soli effetti civili, che si erano sentiti lesi da un articolo pubblicato su un noto settimanale che faceva riferimento a notizie di salute della famiglia del noto conduttore televiso.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Cassazione: accolto ricorso Bonolis, la salute dei vip non si mette in piazza

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL