Cassazione. Più valore al processo verbale di constatazione della guardia di finanza

(Cassazione.net) – Più valore al processo verbale di constatazione della guardia di finanza. Il fisco può utilizzare contro il contribuente le “conclusioni giuridiche” (ad esempio fatture inesistenti, redditi in nero) raggiunte dalle fiamme gialle dopo l’ispezione e il vaglio degli indizi raccolti.

Con la sentenza n. 10680 dell’11 maggio 2009 la Cassazione rafforza ancora la validità degli accertamenti motivati per relationem e fondanti sul pcv della Guardia di finanza.
printfriendly pdf button - Cassazione. Più valore al processo verbale di constatazione della guardia di finanza
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Cassazione. Più valore al processo verbale di constatazione della guardia di finanza

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO