Circolare 2/2008 dell’Inpgi. Collaboratori: le misure della legge sul welfare rimangono bloccate in attesa dell’estensione delle agevolazioni contributive alle aziende editoriali

Ma il Governo tace sul punto


da Franco Abruzzo.it

Pubblichiamo la parte finale della circolare n. 2/2008 diramata dall’Inpgi sul regime previdenziale per i giornalisti titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa:

L’art. 1 – comma 80 – della legge 24 dicembre 2007 n. 247, recante norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 sul “welfare” e conseguente all’accordo proposto dal Ministero del Lavoro e condiviso dalla FIEG e dalla FNSI, dispone che – nel rispetto dei principi di autonomia previsti dal D.lgs 509/94 – l’INPGI provveda all’approvazione di apposite delibere intese a:

a) coordinare il regime della propria gestione previdenziale separata (ex Dlgs 103/96) con quello della gestione separata INPS di cui all’art. 2, comma 26, della legge 335/95. Tale coordinamento dovrà prevedere la modifica della struttura e della misura della contribuzione ed il riparto della medesima tra collaboratore e committente. Di conseguenza, la contribuzione dovuta sarà posta a carico del giornalista nella misura di 1/3 ed a carico del committente nella misura di 2/3. La misura della contribuzione sarà, inoltre, adeguata (gradualmente dal 2008 al 2011) alla misura complessiva del 26%;

b) prevedere forme di incentivazione per la stabilizzazione degli iscritti alla propria gestione separata, in analogia a quanto disposto dall’art.1, commi 1202 e seguenti, della legge n. 296/2006, stabilendo le relative modalità.

A seguito delle numerose richieste di chiarimento da parte dei committenti, si precisa che l’INPGI ha già provveduto all’adozione delle delibere che recepiscono la suddetta normativa. Tuttavia, in attesa dell’adozione da parte del Governo degli altri atti connessi all’attuazione del citato accordo proposto dal Ministero del Lavoro (in particolare il riconoscimento anche alle aziende editoriali delle agevolazioni ed esoneri contributivi di cui alla legge n. 248/2005 e n.266/2005, ferma restando l’assenza di oneri a carico dell’INPGI), i predetti provvedimenti dell’INPGI restano temporaneamente sospesi e privi di efficacia. Per quanto sopra, fino a nuova comunicazione da parte dell’INPGI, resta confermata la misura della contribuzione e gli adempimenti contributivi connessi allo svolgimento di attività giornalistica in forma autonoma (libero professionale e/o parasubordinata) in vigore fino al 31/12/2007.

F.to Il Dirigente (Dott.ssa Maria I. Iorio)

Send Mail 2a1 - Circolare 2/2008 dell'Inpgi. Collaboratori: le misure della legge sul welfare rimangono bloccate in attesa dell'estensione delle agevolazioni contributive alle aziende editoriali

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL