CNT Informa n. 1 – Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

MINCOM: nuove nomine in tre ispettorati territoriali- FAR WEST A NAPOLI: in attesa di iniziative per gli abusi commessi – DTT: uno studio sulla penetrazione – CORECOM VDA: nuova legge sul funzionamento – CORECOM LAZIO: l’impegno contro l’inquinamento el


MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI NUOVE NOMINE IN TRE ISPETTORATI
Il 13 dicembre 2006 sono arrivate le nuove nomine presso l’Ispettorato territoriale delle Comunicazioni di Lombardia, Veneto e Valle D’Aosta. In particolare, a Milano il dirigente è l’ing. Spoto, in Veneto l’ing. Bragantini e in Valle D’Aosta l’ing. Scibilla. Il CNT desidera porgere ai nuovi dirigenti felicitazioni per la recente nomina e auguri di buon lavoro.

RADIO AUDIRADIO DATI DEL 2° SEMESTRE 2006, CRESCONO GLI ASCOLTI
In attesa di un 2007 che sarà contraddistinto da 6 rilevazioni e da un numero maggiore di intervistati, sono diverse le emittenti che possono gioire dell’anno appena terminato.Ai vertici, nel giorno medio, si mantengono Radio1 e Radio Deejay rispettivamente con 6.762.000 contatti (+419.000 rispetto a dodici mesi fa) e 5.651.000 (+146.000). Sensibile aumento per RTL 102.5, ora al quarto posto con 5.191.000 (+923.000). Buona performance per Radio 105, oggi a quota 3.727.000 (+156.000), mentre Radio Italia Solo Musica Italiana arresta il trend negativo. Conquista l’ottavo posto Radio Capital (2.051.000, +39.000) che per la prima volta supera – seppur di poco – Radio Monte Carlo (2.043.000, +3.000).

RADIO A MILANO SBARCA RADIO CAPRI
PROSEGUE L’ESPANSIONE DOPO GLI OTTIMI CONSENSI
Prosegue lo sviluppo e l’espansione del progetto Radio Capri che dopo avere raccolto sempre più consensi tra il pubblico più esigente (gusto, ricerca della qualità) va alla conquista di nuovi territori. Dopo Montecarlo (fm 99.1), Bormio (fm 103) e Livigno (fm 96.1), Radio Capri arriva a Milano, fm 95.00, esportando così tutto lo stile mediterraneo di una delle isole più amate al mondo. L’intento è quello di divenire sempre più vetrina di lusso per le aziende che decidono di puntare sulla qualità. L’espansione del progetto passa anche attraverso il sistema denominato “servizio in camera” ovvero la trasmissione su un canale satellitare e su digitale terrestre. Roberto Barone, designer di Radio Capri (ex RDS – TOUR etc), si dichiara felice di poter esportare la sua area “by invitation only”. “Una chance per rappresentare altri aspetti di un’ Italia ricca di contenuti, fortemente edonistica e di grande qualità” commentano gli editori Claudio e Costantino Federico.

FAR WEST A NAPOLI ANCORA IN ATTESA DI INIZIATIVE PER GLI ABUSI A NAPOLI E IN CAMPANIA
Ancora nessuna iniziativa in Campania per le denunce di alcune emittenti locali raccolte e coordinate dal CNT sugli abusi commessi soprattutto nel settore della radiofonia a Napoli e in Campania. Sotto accusa in particolare alcuni manutentori che avrebbero attivato e potenziato impianti illegittimamente con l’avallo o quantomeno con la complice disattenzione di dipendenti dell’Ispettorato Territoriale Campania. Secondo il CNT la situazione si sta facendo sempre più grave perché è evidente l’impotenza del Dirigente l’Ufficio che, pur intenzionato a riportare ordine e legalità a Napoli, non riesce a controllare del tutto alcune schegge dell’apparato dell’Ispettorato Territoriale della Campania. Si attendono interventi del Ministero delle Comunicazioni, dell’Autorità Garante, del Corecom e dell’Autorità Giudiziaria.

DTT ITALIAUNO STUDIO SULLA PENETRAZIONE
L’Osservatorio dttCOM, promosso dalla Fondazione IULM e dal CSP di Torino, ha realizzato il primo rapporto ‘dtt people Italia’. La DTT ha raggiunto una diffusione a livello nazionale del 26,1% tra gli italiani di fascia socioeconomica medio-alta, che in pratica rappresenta il principale mercato di riferimento per la Tv digitale, e risulta quindi in crescita rispetto al 17,2% fatto registrare nel 2004 da una precedente analisi di mercato. Ma, allo stesso tempo, oltre il 25% degli italiani intervistati dichiara di non sapere ancora cosa sia esattamente la Tv Digitale Terrestre, il 9,5% appare incerto su una definizione precisa, a fronte di un 60% che conferma di conoscere questa tecnologia.

ANTITRUST CALCIO E DIRITTI TV NO AL GOVERNO SULLA DECISIONE DEI TERMINI
L’affare dei diritti televisivi sulle competizioni calcistiche è una telenovela senza fine su cui il CNT si è più volte espresso denunciando pericolose e gravissime forme di abusi. Prima gli interessi dei grandi club e la ripartizione incongrua dei fondi destinati dalle tv, poi i conflitti d’interessi tra club e associazioni federali, l’intervento troppo deciso del Governo nel voler decidere i termini della vendita. Ultimo atto, l’ammonizione da parte dell’Antitrust nei confronti del Governo per l’imposizione della vendita centralizzata dei diritti, come riportato dal ddl 14896, redatto dal ministro Meandri in attesa di avviare il proprio iter parlamentare. Inoltre, Catricalà, presidente dell’Antitrust, insorge contro le leghe che gestiscono il pianeta calcio: “le Leghe, in quanto rappresentative delle società cui devono essere applicate le stesse regole di redistribuzione dei proventi dei diritti tv, non sono i soggetti adatti alla definizione di tali regole”. Già in passato, in effetti, come denunciato dal CNT, si erano verificati casi di conflitto d’interessi, per cui rappresentanti della Lega calcio potevano trovarsi nella condizione di influenzare le scelte riguardanti la ripartizione dei diritti tv a favore dei club di cui erano dirigenti. A tal proposito, l’Antitrust propone che “la ripartizione sia attribuita ad un soggetto terzo, o quantomeno ad un organismo indipendente che risponda alla Figc sulla falsariga della Co.Vi.Soc.”.

CORECOM VALLE D’AOSTA NUOVA LEGGE SUL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO
Il Corecom della Valle D’Aosta sarà interamente rinnovato. Il Consiglio regionale della Valle d’Aosta ha, infatti, approvato una nuova legge sul suo funzionamento. L’Assemblea ha modificato la proposta di legge che prevedeva la rielezione dei componenti uscenti. Altra novità è l’istituzione della carica di Vice presidente.

CORECOM LAZIO L’IMPEGNO CONTRO L’INQUINAMENTO EL.MAGNETICO
Nella sua attività di vigilanza sulle emissioni elettromagnetiche, il Corecom Lazio si è impegnato con la massima tempestività consentita dalla sua situazione organizzativa e logistica. Tuttavia di recente ha inteso fissare una tempistica certa e rapida per lo svolgimento di tali azioni dotandosi di uno specifico Regolamento sulle questioni relative all’inquinamento elettromagnetico, unico del suo tipo in Italia. Il CNT vigilerà come sempre per evitare che gli editori locali e indipendenti siano sottoposti a procedure vessatorie ed impegnative in maniera insopportabile sotto il profilo economico per seguire infatuazioni ed esasperazioni ambientaliste fuori luogo e senza motivo.

CORECOM FRIULI VENEZIA GIULIA PRESENTAZIONE DI UN CONCORSO MULTIMEDIALE
Il Corecom FVG con il patrocinio della Commissione europea e dell’Ufficio Scolastico Regionale, promuove un concorso per la produzione di un lavoro multimediale rivolto agli studenti delle scuole superiori della regione su “Comunicare identità e territorio in Europa”. L’iniziativa sarà presentata il 15/1 alle ore 11 presso la Sala Verde del Consiglio Regionale, Piazza Oberdan 3, a Trieste.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Trib.in corso
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 1 - Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni