CNT Informa n. 19 – Pubblichiamo un estratto dal nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

TV: Mediaset acquista Endemol, lo scandalo che nessuno ha visto – DTT: detrazioni Irpef per acquisto di TV digitali – TV: riforma Rai, approvato dal CDM il DDL di riforma – Antitrust: OK a Elettr. Ind. per acquisizione impianti – DTT: il punto


TV MEDIASET ACQUISTA ENDEMOL
LO SCANDALO CHE NESSUNO HA VISTO

Mediaset ha firmato l’accordo per l’acquisto del 75% di Endemol per 2,629 miliardi di euro. L’accordo e’ stato firmato con Telefonica. L’intesa e’ stata fatta attraverso Mediacinco Cartera, Cyrte Fund e Gs Capital per l’acquisto del 99,7% di Endemol Investment, che detiene il 75% della societa’ operativa quotata Endemol Nv. Solo la esistenza di (…) accordi segreti può spiegare l’assordante silenzio e la sostanziale accettazione dell’acquisto di Endemol da parte di Mediaset. Con questa operazione si chiude il cerchio del controllo totale della comunicazione radiotelevisiva in Italia in capo al monopolista Berlusconi. Le reazioni bisbigliate e balbettanti delle forze politiche di destra e sinistra che avrebbero dovuto denunciare questo disegno dimostrano o che l’Italia è affidata ad una classe politica inetta e incompetente, o che appunto ci siano singoli e inconfessabili interessi. Il CNT, unica anche tra le associazioni di categoria delle emittenti locali e indipendenti, denuncia la sostanziale acquiescenza di quella parte rilevante dell’emittenza locale comunque legata o condizionata da Mediaset e punta l’indice anche contro l’Autorità delle Comunicazioni e l’Autorità Antitrust, per la complicità di fatto che è stata conclusa senza opposizione o contrasto alcuno.

DTT LEGGE FINANZIARIA 2007
DETRAZIONI IRPEF PER ACQUISTO TV DIGITALI

Nelle disposizioni attuative della Legge Finanziaria 2007 c’è il Comma 357 che recita: Allo scopo di favorire il rinnovo del parco apparecchi televisivi in vista della migrazione della televisione analogica alla televisione digitale, agli utenti del servizio di radiodiffusione che dimostrino di essere in regola, per l’anno 2007, con il pagamento del canone di abbonamento di cui al RDL 21/2/1938 n. 246, convertito dalla legge 4/6/1938 n. 880, spetta, ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, una detrazione dall’imposta lorda per una quota pari al 20% delle spese sostenute entro il 31/12/2007 ed effettivamente rimaste a carico, fino ad un importo massimo delle stesse di 1.000 euro, per l’acquisto di un apparecchio televisivo dotato anche di sintonizzatore digitale integrato.

TV RIFORMA RAI
CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA DISEGNO DI LEGGE

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di riforma della disciplina e dell’organizzazione del servizio pubblico radiotelevisivo. Sarà l’Agcom a verificare che gli introiti della Rai tramite il canone siano utilizzati per l’adempimento del servizio pubblico radiotelevisivo. Sarà una Fondazione (la Fondazione Rai), da istituire entro 45 giorni dall’approvazione della riforma come recita l’art. 2 del DDL, a gestire l’esercizio del servizio pubblico generale. Alla Fondazione il Tesoro trasferirà, entra 60 giorni dalla sua costituzione, le azioni della nuova Spa.

AUDIRADIO I DATI DEL SECONDO BIMESTRE 2007
PENALIZZATE LE RADIO LOCALI

Pubblicati i dati del secondo bimestre Audiradio che confermano la sostanziale stabilità delle grandi reti e dei circuiti legate ai maggiori gruppi editoriali, mentre le radio locali risultano penalizzate da un calo di ascolto. Probabilmente è da imputare al nuovo sistema di rilevazione che premia solo i grandi network radio. Il CNT denuncia l’ennesima manovra contro emittenti locali e indipendenti.

ANTITRUST IMPIANTI RADIOFONICI
OK A MONRADIO PER ACQUISIZIONE IMPIANTI

Con provvedimento n. 16770 l’Antitrust ha dato via libera a Monradio S.r.l. (titolare della concessione dell’attività radiofonica commerciale a livello nazionale con “Radio R101”) all’acquisizione di due impianti di radiodiffusione sonora e relative frequenze (località Bordala – Rovereto – 88,90MHz; località Fallecchio – Elusone – 95,6MHz ) di Radio Padania.

ANTITRUST IMPIANTI TELEVISIVI
OK A ELETTR. INDUSTRIALE PER ACQUISIZIONE IMPIANTI

Con provvedimento n. 16771 l’Antitrust ha dato via libera a Elettronica Industriale S.p.A. (operatore di rete a carattere nazionale esercente i multiplex digitali Mediaset1, Mediaset2 e il costituendo Mediaset3, interamente controllato da R.T.I. di Mediaset S.p.A.) all’acquisizione di un impianto di trasmissione radiotelevisiva (località Monte Calcarone – Rieti – canale 45 UHF) e contestuale cessione in permuta di un impianto analogo (stella località, canale 63 UHF) nei confronti di Gold TV (concessionaria televisiva dell’omonima emittente locale del Lazio). Continua lo shopping di Mediaset per un sempre maggiore controllo del settore senza che nessuno protesti.

CORECOM PIEMONTE
ELETTI NUOVI COMPONENTI, NEGARVILLE PRESIDENTE

Il Consiglio regionale del Piemonte ha nominato, a maggioranza, Massimo Negarville e Luca Volpe come nuovi componenti del Corecom, indicando poi Negarville come presidente. Il bando per le nuove nomine era stato firmato nel febbraio scorso dal presidente del Consiglio regionale Davide Gariglio, dopo le dimissioni per incompatibilità con altri incarichi da parte della presidente Vera Schiavazzi e del componente Giacomo Portas.

DTT IL PUNTO DELLA SITUAZIONE
OK IN SARDEGNA E VDA. DIFFICOLTA’ PER ESPANSIONE

Dal 1° marzo 2007 è iniziato il lungo processo che porterà allo spegnimento definitivo della televisione analogica in Italia e alla transizione alla TV digitale. Stando ai dati recentemente diffusi, lo switch off parziale di Cagliari – che prelude alla creazione di due regioni ali digitai (Sardegna e Valle d’Aosta) – si è rivelato un successo. La transizione al digitale terrestre, che in queste due aree del Paese sembra essersi avviata su ottime basi, si preannuncia però più difficoltosa a livello nazionale. Al momento, a più di tre anni dal lancio, sono circa 4,3 milioni le abitazioni italiane dotate di un decoder DTT, con una penetrazione nelle famiglie pari al 19,8%. Ma se si vuole giungere allo switch off definitivo nel 2012, occorre che l’espansione del digitale proceda molto più rapidamente nei prossimi anni.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Tribunale di Napoli N. 4/07 del 17/01/2007
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 19 - Pubblichiamo un estratto dal nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni