D. Lgs. recepimento direttiva UE su media. Romani: apertura, ma moderata. Apertura siti internet subordinata ad alcuni ”requisiti amministrativi”

Romani è cosciente di camminare sulla uova con il decreto di recepimento della direttiva 2007/65/CE sui media, ma allo stesso tempo è deciso a non cedere facilmente.

Così, dopo un pesantissimo fuoco incrociato sulla prima bozza del "suo" decreto legislativo, il viceministro al MSE con delega alle Comunicazioni, uscendo dalla commissione trasporti della Camera, ha confermato l’apertura ad alcune modifiche per la parte che riguarda le quote destinate alla produzione dei film e per quella relativa ai diritti residuali, ma allo stesso tempo ha mostrato fermezza circa altri principi regolatori. Per quanto riguarda le quote e le sotto-quote destinate ai film, Romani ha evidenziato che ”la filosofia e’ quella di un sostanziale ripristino”; allo stesso modo, sui diritti residuali ”non siamo piu’ contrari al fatto che nel contenzioso tra broadcaster e produttori indipendenti si possa trovare una forma per la quale vengano anch’esse ripristinate”. Secondo il viceministro, così ”si e’ data una risposta positiva al mondo del cinema italiano”. Su internet, invece, Romani ha precisato: ”e’ la stessa direttiva europea ad equiparare alla televisione vera e propria la web tv e quella in live streaming. Vogliamo evitare pero’ che si dica che vogliamo controllare il web. Internet – ha puntualizzato Romani – restera’ libero. Ma quando c’e’ un prodotto editoriale, come Youtube, con video on demand che appartengono ad altri e su cui si fa sfruttamento commerciale, e’ necessario che questo venga assimilato ad un video on demand tradizionale”. Stante questo principio, chi decidesse di aprire un sito internet dovra’ dimostrare di possedere alcuni ”requisiti amministrativi”. Ciò però non significa, ha precisato il viceministro anticipando nuove critiche, che detta attività sia subordinata al rilascio di una  ”autorizzazione”. I requisiti amministrativi, ha evidenziato Romani, saranno definiti da un regolamento che verra’ emanato dall’Agcom.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - D. Lgs. recepimento direttiva UE su media. Romani: apertura, ma moderata. Apertura siti internet subordinata ad alcuni ''requisiti amministrativi''

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL