Dal Veneto prende il via l’innovazione tecnologica dell’apparato giudiziario

Sono stati sottoscritti ieri a Venezia i Protocolli d’intesa per la realizzazione di programmi di innovazione digitale nel settore della giustizia. Come si legge in una nota diramata sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, i documenti, firmati a Palazzo Cavalli dal ministro Brunetta, dal Ministro della Giustizia Angelino Alfano, dal Presidente della Corte d’Appello di Venezia Manuela Romei Pasetti, dai Tribunali ed i Consigli degli Ordini degli Avvocati di Bassano del Grappa, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza, sono diretti al “miglioramento dell’apparato giudiziario attraverso metodi di lavoro che sfruttino meglio le potenzialità degli strumenti ICT”. Tra le finalità perseguite rientrano la riduzione della durata dei processi civili, il risparmio dei costi relativi alle comunicazioni tradizionali, nonché il “miglioramento dell’efficienza dell’apparato pubblico per la possibilità di utilizzare meglio le risorse di personale oggi dedicate ad attività ancora scandite dai tempi della burocrazia cartacea”. L’iniziativa – che si colloca nell’ambito dei progetti del piano di E-government 2012, diretti all’evoluzione dei servizi forniti dalle pubbliche amministrazioni – riguarda le comunicazioni ed i biglietti di cancelleria, nonché le sentenze, delle quali è prevista la digitalizzazione. “Si agirà progressivamente” – fa sapere il Ministero – “partendo dalla Corte d’Appello di Venezia, successivamente le soluzioni introdotte saranno estese alle comunicazioni e alle sentenze di primo grado, coinvolgendo tutti i Tribunali del Distretto veneto”. E’ richiesta anche la partecipazione degli avvocati operanti nella regione. La firma dei protocolli viene inoltre considerata il primo passo verso l’innovazione del settore a livello nazionale. ”Entro un anno” – ha dichiarato Brunetta – “si potranno vedere i primi risultati per un processo di efficienza grazie all’informatizzazione ormai irreversibile”. (D.A. per NL)
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Dal Veneto prende il via l’innovazione tecnologica dell’apparato giudiziario

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL