Dati Auditel: gli italiani d’estate preferiscono il mare e si tengono alla larga dalla tv

Gli ascolti crollano a luglio e agosto. Rai sempre regina nel giorno medio e nel prime time, Mediaset rimonta in seconda serata


D’estate, si sa, gli abitanti del Belpaese, dopo nove mesi di tele-dipendenza, spengono gli schermi e si catapultano verso il mare, la montagna e le centinaia di posti meravigliosi dove, in Italia, è possibile trascorrere le vacanze. Sarà il caldo, sarà la voglia d’evadere dalle mura domestiche, sarà anche la programmazione non proprio esaltante che caratterizza il “summer time” delle tv italiana, ma i dati Auditel parlano chiaro: da giugno a luglio l’audience totale del mezzo, nel giorno medio, è scesa dell’8,8%, per calare ulteriormente del 4,1% nel mese di agosto. A risentirne sono praticamente tutti, dal momento che le quote d’ascolto, comunque, sono rimaste grossomodo invariate. Per quel che concerne il capitolo tv in chiaro, è sempre la Rai a dominare la scena, tanto nel giorno medio, quanto nel prime time, il momento di picco degli ascolti televisivi. Lo share nel giorno medio vede uno scarto minimo tra i due principali contendenti: 40,9% per la Rai, 30,3% per Mediaset, con Raiuno leader a 21,2% (1,47 milioni di telespettatori) e Canale5 al 18,8% (1,3 milioni). In prima serata (20,30-22,30) Raiuno resta dominatrice con il 22,4% contro il 19,2% di Canale5, grazie al prezioso apporto dello show condotto da Fabrizio Frizzi, “I soliti ignoti – identità nascoste”, che straccia regolarmente “Cultura moderna” di Teo Mammucari. La seconda serata inverte la tendenza: il cavallo di battaglia delle reti Mediaset non tradisce il Biscione che, nonostante un calo generalizzato del 7,5% (la gente, d’estate, generalmente esce da casa all’inizio della seconda serata), conquista la leadership con uno share del 42% contro il 33,6% della Rai, grazie anche al prezioso apporto di Italia1. Rete4, invece, resta regina della mattinata televisiva (share del 9,6%), grazie anche all’età media piuttosto avanzata dei telespettatori mattutini, mentre La7 risale la china dello 0,1%, dato non particolarmente significativo considerando l’anomalia dei dati estivi.
Capitolo tv satellitari. Il pacchetto Sky resta quello più seguito, con 199mila spettatori ed uno share del 2,86%, rispetto al 2% di Fox, che però possiede molti canali in meno. Fox Crime, vero e proprio fenomeno del satellite da quando Auditel ha iniziato a mostrarne i dati d’ascolto, è il canale con l’ascolto medio più alto: 0,56% e 38mila spettatori. Sul versante news, invece, Sky Tg24 conferma il proprio dominio assoluto, giustificando l’Oscar come migliore telegiornale del 2007: 9671 spettatori medi contro i 2mila di rai News 24, ancora troppo indietro rispetto agli standard del telegiornale di Murdoch. (Giuseppe Colucci per NL)

printfriendly pdf button - Dati Auditel: gli italiani d’estate preferiscono il mare e si tengono alla larga dalla tv