Delitti contro la pubblica amministrazione – Rifiuto di atti

Nel rifiuto di atti d’ufficio “persona offesa” è solo la pubblica amministrazione


di Giuseppe Amato, sostituto procuratore presso il Tribunale di Roma
da Quotidiano Giuridico N 07/09/anno 2006 (www.ipsoa.it)

Il reato di cui all’articolo 328, comma 1, c.p. lede soltanto l’interesse della pubblica amministrazione al corretto esercizio delle funzioni in vista del perseguimento di finalità pubbliche: ne consegue che non sono ammessi né l’opposizione del privato alla richiesta di archiviazione del pubblico ministero, né il ricorso per cassazione avverso il decreto di archiviazione.(Cassazione civile Sentenza, Sez. VI, 20/07/2006, n. 25250 – F.)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Delitti contro la pubblica amministrazione - Rifiuto di atti

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL